spadu top
giovedì 25 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 02:16
giovedì 25 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 02:16
Cerca

Turismo e caro prezzi, Mozzoni: “Aumenti non superiori al 10%. Il vero balzo riguarda noi col costo degli alimenti”

Il presidente di Assoalbergatori: "L’olio extravergine d’oliva è letteralmente raddoppiato, ma anche latte, farina, cornetti, marmellate e lo stesso pesce hanno avuto salti dal 20% al 50%. Questo può riflettere sulle tariffe al cliente, però non nella stessa maniera"
Pubblicato il 7 Agosto 2023

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Turisti in fuga per il caro prezzi? Il fenomeno non sembra riguardare San Benedetto, dove il trend pare essere rimasto lo stesso di dodici mesi fa.

“Su luglio e agosto abbiamo sempre l’offerta inferiore alla domanda, nel senso che gli alberghi disponibili sono davvero pochi”, afferma il presidente di Assoalbergatori Nicola Mozzoni. “Come sempre, abbiamo un po’ sofferto nel passaggio tra luglio e agosto, la scorsa settimana è stata un po’ in calo. Ma per il resto siamo pieni. Il vero termometro sarà settembre. A giugno si è lavorato benino a causa del maltempo, a settembre dovremo recuperare le giornate perse”.

Mozzoni ammette che le tariffe sono aumentate, ma nell’ottica di un 5-10%, non di più. “Dipende ovviamente dal periodo. La settimana scorsa sono state uguali al 2022. Essendo i prezzi dinamici, più gente prenota e più aumentano, un po’ come accade con le compagnie aeree. L’incremento c’è stato, ma non è stato drastico. Il vero balzo è avvenuto per noi nel costo degli alimenti. L’olio extravergine d’oliva è letteralmente raddoppiato, ma anche latte, farina, cornetti, marmellate e lo stesso pesce hanno avuto salti dal 20% al 50%. Questo può riflettere sulle tariffe al cliente, però non nella stessa maniera”.

garofano
new edil
coal
fiora
jako
autoadria

TI CONSIGLIAMO NOI…