san park
mercoledì 24 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 06:04
san park
mercoledì 24 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 06:04
Cerca

Le nuove regole del turismo spiegate agli operatori

Il nuovo turismo parte dalla Riviera delle Palme. E’ stato attraverso Asimprese, infatti, che il territorio ha scoperto i dettagli del nuovo decreto sul turismo presentato dal ministro Franceschini. Nuove regole che sono state illustrate nel corso dell’incontro organizzato dall’associazione del presidente Luca Cantalamessa, all’interno dell’hotel Calabresi.

Ad illustrare i dettagli al folto pubblico di operatori che ha gremito la sala Giada della struttura è stato Amedeo Ciccanti, ex componente della commissione bilancio della Camera dei Deputati. Tanti i particolari emersi per questo nuovo decreto che parla anche di sgravi fiscali e di accesso al credito. Tante le particolarità compresa quella della possibilità data ai Comuni e alle Sovrintendenze di revocare i permessi agli ambulanti per ripristinare il decoro in alcune aree sensibili come i monumenti cittadini. Ma all’interno del decreto è prevista anche una novità chiamata “art bonus”, che sarebbe “il credito d’imposta del 65%” detraibili in 3 anni per i privati che fanno donazioni in favore del patrimonio pubblico artistico e culturale italiano.

Enrico Battisti, esperto tecnico dell’Associazione, ha inoltre affrontato la novità legata all’aspetto della digitalizzazione. E’ previsto infatti un credito d’imposta del 30% per le spese sostenute dal sistema delle strutture ricettive per la loro digitalizzazione. Punto molto importante affrontato è invece stato quello legato alla ristrutturazione degli alberghi dal momento che è previsto un bonus fiscale del 30% per la digitalizzazione delle imprese ricettive e per il restauro degli alberghi fino a tre stelle. Ad entrare nel merito del decreto e delle normative formative da rispettare ci hanno quindi pensato gli esperti della CumLabor di San Benedetto che, attraverso Enrico Ubaldi e Alessandra Giudici hanno fatto il punto su tutte le necessità, vecchie e nuove.

Ad introdurre il convegno, moderato dal giornalista Sandro Benigni, è stato il presidente di Asimprese Luca Cantalamessa che ha effettuato un vero e proprio appello alla coesione e all’unione di intenti tra le varie associazioni di operatori del turismo: “La chiusura non ha alcun senso – ha spiegato – Non si può pensare di portare avanti gli interessi di una o più categorie facendo ognuno il proprio gioco. Portare avanti un’associazione significa rappresentare un gruppo di operatori, non sé stessi. Eppure troppo spesso assistiamo chi persegue lo stesso obiettivo si trova a viaggiare su binari diversi soltanto perché ognuno vuole ribadire che le proprie idee sono meglio di quelle degli altri”.

kokeshi
fiora
new edil
garofano
jako
euro 3 250

TI CONSIGLIAMO NOI…