spadu top
lunedì 20 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 16:44
spadu top
lunedì 20 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 16:44
Cerca

Il video di Natale dell’Ascoli contro la violenza sulla donne

Nel messaggio pronunciato da Mister Castori, da Giuseppe Bellusci, Nicola Falasco e Fabrizio Caligara, c’è la volontà di fare “rumore” su questo tema
Pubblicato il 25 Dicembre 2023

ASCOLI PICENO. Come da tradizione, in occasione delle festività natalizie, arriva il video dell’Ascoli Calcio. L’iniziativa  accende le luci su una tematica di interesse sociale. Lo fa attraverso l’atteso video di Natale.

“Every breath you take” dei Police è il brano cantato e interpretato quest’anno dai calciatori bianconeri. E’ tratto dall’album del 1983 “Synchronicity”. Il testo è solo in apparenza una canzone d’amore, ma non è affatto così.

Versi come “Ogni respiro che fai/ Ogni movimento che compi/ Ogni legame che rompi/ Ogni passo che fai/ Ogni diritto che accampi/ Io starò a guardarti” sono sintomatici – da un’analisi più accurata – di gelosia, possesso, sospetto, pressione e oppressione. E’ proprio quest’ultima, l’oppressione, che accompagna tutto il video, influenzandone l’interpretazione. Toni cupi, scuri, luce fredda, volti seri quelli dei calciatori dell’Ascoli. Le immagini in studio sono inframmezzate da quelle realizzate per le vie di Ascoli Piceno. Le ha effettuate la Xentek, nota agenzia televisiva ascolana. Con gli attori Adelina Ciccanti e Marco Sabatucci ad interpretare una storia tossica, con un finale che nessuno vorrebbe mai, ma che troppo spesso in Italia riempie le notizie di cronaca.

Il tema

Il video di Natale dell’Ascoli vuole essere un forte “NO” alla violenza sulle donne, un “NO” che troppo spesso è stato gridato dalle donne per le donne. Ma che poche, pochissime volte, è stato gridato dagli uomini per le donne. La canzone offre uno sguardo crudo sulla complessità di alcune relazioni. Accende la luce sul lato più oscuro di alcuni rapporti, in cui possessività, insicurezza, gelosia possono insorgere nel momento in cui un apparente ‘amore’ finisce.

Nel messaggio finale, pronunciato da Mister Castori, da Giuseppe Bellusci, Nicola Falasco e Fabrizio Caligara, c’è tutta la volontà di fare “rumore” su questo tema. C’è la volontà di utilizzare le luci delle festività natalizie. Al fine di accendere le coscienze di ciascuno sul tema del femminicidio. C’è la volontà di ricordare chi non c’è più e tutte le vittime, le cui storie di violenze e soprusi hanno fatto “rumore” solo quando ormai era troppo tardi.

L’ideazione e la direzione artistica sono di Valeria Lolli, la direzione musicale e l’arrangiamento di Pier Paolo Piccioni. Lo studio di registrazione è il Musicandia Vintage Studio di Ascoli Piceno.

coal
kokeshi
new edil
jako
fiora
bagnini 250

TI CONSIGLIAMO NOI…