Eleven Sports, un’altra giornata difficile per gli abbonati. Il network: “Attacco senza precedenti ai nostri server”

Print Friendly, PDF & Email
Un’altra giornata difficile per gli abbonati di Eleven Sports. Il network che trasmette in diretta streaming le gare della serie C anche ieri ha avuto enormi difficoltà a gestire la trasmissione delle partite tanto da optare per un bypass dei propri server trasmettendo, in chiaro, le gare su Facebook (compresa quella tra Imolese e Sambenedettese).
E’ la terza volta dall’inizio del campionato che gli abbonati restano a bocca asciutta anche se in questa occasione il network ha comunicato che quanto accaduto nelle ultime ore sia conseguente ad un attacco hacker. “Nelle ultime settimane – affermano – Eleven Sports è stata oggetto di gravi e ripetuti attacchi informatici culminati in un ultimo attacco di dimensioni senza precedenti mercoledì sera 21 ottobre. Contestualmente all’inizio degli attacchi abbiamo messo in atto una serie di contromisure volte a proteggere il servizio, tra cui il rafforzamento dei sistemi e l’ampliamento del servizio attraverso l’attivazione di piattaforme esterne come MyCujoo, YouTube e LIVENow, al fine di garantire al meglio il servizio agli utenti.
Oggi, in occasione della sesta giornata del campionato di Serie C, Eleven Sports ha nuovamente subito attacchi massivi al proprio servizio per diverse ore. Nonostante le misure aggiuntive messe in atto è stato impossibile evitare varie interruzioni allo streaming. Gli attacchi hanno avuto un impatto non solo sugli utenti di elevensports.it ma anche sulle piattaforme alternative su cui abbiamo reso disponibili le partite in calendario.
Nonostante la forza degli attacchi siamo riuscita a salvaguardare i dati sensibili degli utenti, ci teniamo a rassicurare tutti che non è stata registrata alcuna anomalia sulle informazioni e sui dati personali degli utenti iscritti al sito che sono stati adeguatamente protetti”.
Dal network affermano di aver avviato una “indagine legale” finalizzata a risalire all’origine degli attacchi. “Continueremo a collaborare con il nostro partner Lega Pro, i nostri fornitori tecnici e le piattaforme partner per porre fine a questa terribile situazione il prima possibile.
Vogliamo dunque rassicurare i nostri utenti che torneremo presto a fornire il servizio nel più breve tempo possibile”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA