domenica 4 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:18
domenica 4 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:18

Tensioni in maggioranza dopo il voto contrario di Barlocci. Gaetani: “Sorpreso, non è stato un momento piacevole”

Il capogruppo di Libera: "Se dobbiamo mettere in discussione persino la Fanfara dei Carabinieri, possiamo mettere in discussione tutto"
haster 250

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
Consiglio comunale con coda polemica quello di sabato scorso, con Luciana Barlocci che ha votato in dissenso alla sua maggioranza nel punto riguardante le variazioni di bilancio. Un comportamento che, complice l’assenza di Silvia Laghi, ha tenuto l’amministrazione a quota 13 voti, appena sopra la linea di galleggiamento.

Inevitabile l’irritazione e lo stupore dei colleghi di coalizione, che già avevano dovuto contrastare gli attacchi di Giorgio De Vecchis, passato tra i banchi della minoranza.

“Non è stato un momento piacevole”, ammette il capogruppo di Libera San Benedetto, Stefano Gaetani. “Luciana è libera di fare ciò che crede. Sostiene che non ci sia stato confronto, questo mi ha sorpreso. Aveva mostrato perplessità in maggioranza e le erano state chiarite. Se dobbiamo mettere in discussione persino la Fanfara dei Carabinieri, possiamo mettere in discussione tutto”.

Gaetani fa riferimento ai 20 mila euro destinati all’evento dell’Arma dell’8 dicembre dedicato alla memoria del generale Dalla Chiesa che, assieme agli altri 20 mila stanziati per il progetto di marketing territoriale, avevano alimentato l’insofferenza della Barlocci, favorevole a girare quei fondi nella voce dedicata al sociale.

“Non vorrei si facesse passare in secondo piano il contributo di 270 mila euro istituito per la lotta alla povertà”, precisa Gaetani. “E’ più di quanto sia stato stanziato da Ascoli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

nave cervo
mediateca

TI CONSIGLIAMO NOI…