sabato 19 Giugno 2021 – Aggiornato alle 02:51
19 Giugno 2021

Spiagge libere in gestione, Piunti: “Polemiche sul nulla, dovranno essere d’accordo tutti”. Attacco a Canducci

"Si sta facendo un processo alle intenzioni"
piunti
di Massimo Falcioni
10 Maggio 2021

Condividi o stampa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su print

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

POTREBBE INTERESSARTI

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

piunti

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “E’ stata imbastita una polemica sul nulla”. Non si fa attendere la replica del sindaco Piunti a Paolo Canducci, mostratosi assai critico a proposito della possibilità degli stabilimenti balneari di ‘invadere’ le spiagge libere adiacenti a patto che si occupino della loro gestione. “C’è un tavolo di lavoro che si riunirà domani – spiega Piunti – nessuna decisione è stata ancora presa. Io ho parlato solo con un’associazione e ho spiegato che, per andare in porto questo progetto, dovranno essere d’accordo tutti. Si sta facendo un processo alle intenzioni, si sta ragionando sulla soluzione migliore da adottare per garantire una adeguata fruizione del servizio”.

Il primo cittadino cita le nuove normative vigenti: “Stiamo facendo valutazioni sul controllo e sulle prenotazioni delle spiagge libere in modo che ci possano essere miglioramenti rispetto all’anno scorso”.

Le frecciate a Canducci proseguono: “Stiamo realizzando un lungomare che loro hanno promesso per dieci anni. Grazie a questa amministrazione, San Benedetto è diventata la terza città turistica per accoglienza e oggi celebriamo l’ennesima bandiera blu. Stiamo rimediando agli errori fatti dalle passate amministrazioni, di cui Canducci era un assessore importante. All’epoca si spendevano soldi per trasferte in Russia senza che in riviera si vedessero russi in giro. Ora la soluzione ai problemi sembra essere l’istituzione di menu vegani, che ci sono già”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONSIGLIATI PER TE