domenica 27 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:23
domenica 27 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:23

San Benedetto, per il nuovo piano regolatore non si esclude l’incarico esterno. Gabrielli: “Idea da valutare”

L'assessore: "Se ci sarà la necessità non indugeremo. Per noi è un progetto prioritario che va supportato con i migliori mezzi"
cna

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
Lo staff per la realizzazione del nuovo piano regolatore generale potrebbe essere esterno al Comune. “E’ un’ipotesi da valutare – spiega l’assessore all’urbanistica Bruno Gabrielli – dobbiamo capire se i nostri uffici saranno capaci di sostenere una certa mole di lavoro. Se ci sarà la necessità non indugeremo. Per noi è un progetto prioritario che va supportato con i migliori mezzi”.

Gabrielli esce allo scoperto, stimolato dall’interrogazione presentata in consiglio da Paolo Canducci e Annalisa Marchegiani, intenzionati a chiedere tempistiche e chiarimenti sull’intervento.

“Serve uno strumento urbanistico al passo con i tempi, senza più disarmonie”, osserva ancora Gabrielli. “Rimane ferma la volontà di procedere in tal senso, di dare una regia urbanistica allo sviluppo della città. Quando si parla di revisione del Prg significa coinvolgere l’intero territorio. È un discorso complesso, si struttura su più fasi, va portato avanti step by step. Il nuovo dirigente è arrivato da appena cinque mesi”.

L’amministrazione dovrà dotarsi innanzitutto di un piano strategico, andando ad individuare gli obiettivi da perseguire. “Riguardo al rinnovo della cartografia comunale posso annunciare che abbiamo trovato dei fondi. Ci stiamo lavorando, sarà un risultato importante, imprescindibile”.

Infine, in merito all’attivazione dell’urban center, l’assessore rassicura: “Ci confronteremo con la città e tutti i portatori di interesse. L’urban center resta un traguardo, non possiamo però indicare ancora una data precisa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

agriturismo le senapi
mediateca

TI CONSIGLIAMO NOI…