cantine al borgo
sabato 22 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 14:03
cantine al borgo
sabato 22 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 14:03
Cerca

Ripatransone, bufera sul sindaco Lucciarini: “Ha votato per l’ospedale unico senza informare la comunità”

L'affondo di Antonio De Angelis
Pubblicato il 17 Agosto 2018

RIPATRANSONE – “Il sindaco Alessandro Lucciarini ha votato per l’ospedale unico senza renderne conto alla città”. Duro attacco dell’opposizione ripana al primo cittadino relativamente al voto espresso da Lucciarini nella riunione dei sindaci che ha dato il via libera al nascituro nosocomio di Pagliare (CLICCA QUI). L’affondo arriva da Antonio De Angelis: “Il sindaco non ha informato la comunità ripana di una importantissima decisione che si apprestava a votare – spiega – e che riguarda un diritto di tutti: il diritto alla salute. All’ultima assise comunale del 31 luglio, Lucciarini non ha fatto partecipe i consiglieri della decisione di votare favorevolmente l’ospedale unico del Piceno e la sua localizzazione. Non ha informato la cittadinanza e l’assemblea consiliare, che è la voce del popolo, contravvenendo ad ogni forma di democrazia e partecipazione”.

De Angelis ricorda come la Conferenza dei sindaci “per legge, ha solo funzioni consultive”. “Ha ratificato una decisione già presa a livello regionale – afferma – con una votazione “per testa” e non per popolazione. In questo modo gli ospedali di San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno verranno dismessi a favore della realizzazione di Rsa, e l’Ospedale unico, la cui localizzazione è stata indicata in territorio di Pagliare, sarà l’unica struttura a cui potrà rivolgersi tutta la popolazione del Piceno, con notevoli disagi soprattutto nel periodo estivo quando la costa triplica la propria popolazione con aumento della richiesta di salute.
Tale decisione andava comunicata alla Comunità ripana, che ne fa le spese vedendosi allontanare ancora di più, dopo la chiusura dell’ospedale cittadino, il presidio a cui ricorrere in caso di acuzie. Non è, e non era, una decisione che potesse essere adottata nel silenzio assoluto. Ed oltre al senso di responsabilità nei confronti della propria Città” decretava un post del 19 maggio 2018, senso di responsabilità che è andato immancabilmente perso non avendo avuto, il sindaco, il coraggio di comunicare a tutti i concittadini la decisione di ratificare la scelta del PD regionale di chiudere gli unici due ospedali che abbiamo nella nostra provincia per uno unico e più lontano dalla nostra amata città”.

Una vicenda che ovviamente ha connotati politici: “Che il Sindaco non fosse a capo di una lista civica – spiega De Angelis – lo avevamo già sottolineato, ma quello che ci sconcerta è non avere il coraggio di esprimere apertamente le proprie idee, facendo passare come civiche decisioni e scelte che invece hanno un netto colore politico: alla faccia della democrazia e dei valori tanto sbandierati. In questa scelta è evidente il “profondo spirito di servizio per Ripatransone”, tanto profondo che si tace su una questione di estrema importanza, è altresì evidente “l’intento di condividere con i Ripani il percorso che abbiamo individuato per il delicato ma nobile cammino che ci attende”. Queste affermazioni, utilizzate per captare facili consensi e che ancora oggi si leggono sul programma Ripa Più, alla luce della scelta fatta dal Sindaco Lucciarini di votare a favore e ratificare la decisione del Pd regionale, sembrano una grossa presa in giro vista la mancata informazione sulla chiusura degli ospedali sia alla popolazione che al Consiglio comunale”.

TI CONSIGLIAMO NOI…