Pd, Claudio Benigni corre da solo. E’ l’unico candidato alla segreteria di San Benedetto

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tutto come previsto: Claudio Benigni è l’unico candidato alla segreteria del Pd sambenedettese. L’ex capogruppo in consiglio comunale il prossimo 31 ottobre correrà da solo, con gli unici rivali che a quel punto saranno l’affluenza e le schede bianche e nulle. Il termine ultimo per presentarsi alla competizione era fissato per le ventiquattro di martedì, ma oltre all’attuale coordinatore della sezione sud non si è fatto avanti nessuno. Pertanto, si riproporrà l’esatta fotografia dell’aprile del 2017, quando venne eletto Edward Alfonsi. La sfida, senza avversari, portò ad un’affluenza ai seggi del 72% con il 61,4% di consensi personali ricevuti.

Sabato 31 potranno esprimersi tutti gli iscritti 2019 che rinnoveranno la tessera e tutti coloro che si sono iscritti per la prima volta nel 2020 entro il 1 ottobre.

Riguardo alle modalità di svolgimento delle primarie, il partito attenderà indicazioni dal nazionale. Il dibattito sulle mozioni (in questo caso una sola) potrebbe andare in scena da remoto, per poi dirigersi fisicamente ai seggi per esprimere la propria preferenza. La procedura si potrebbe compiere garantendo il distanziamento, la costante sanificazione dei luoghi e l’allungamento dell’orario di votazione sull’intera giornata, così da evitare ogni tipo di assembramento.

Benigni, come detto, è attualmente il segretario del circolo sud. A questo punto il direttivo di Porto d’Ascoli sarà chiamato ad individuare un sostituto. Da decifrare, infine, la situazione alla sezione nord. Qui le candidature potranno essere depositate il giorno stesso del congresso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA