martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 18:45
martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 18:45

Mozione dei Verdi su Mahsa Amini. Ira di Fratelli d’Italia: “Squallido associare le vicende dell’Iran alle Marche”

“Un evento così orribile non può essere avvicinato al caso della 194, respingiamo fermamente questa strumentalizzazione”
caffe del borgo 250

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una mozione che scatena polemiche e proteste ancora prima di approdare in assise. “E’ squallido ed inaccettabile l’accostamento della situazione iraniana a quella delle Marche”, tuona Fratelli d’Italia in merito all’iniziativa promossa dai Verdi in memoria di Mahsa Amini.

Annalisa Marchegiani ha annunciato la volontà di omaggiare e ricordare la 22enne morta dopo essere stata picchiata perché colpevole di aver indossato il velo in modo sbagliato. Al contempo, però, ha associato l’episodio alla polemica sull’aborto che ha coinvolto la giunta Acquaroli nei giorni scorsi. “Pure qui, in Italia, sappiamo cosa sta succedendo con la Legge 194, quella sul diritto all’aborto, quella sulla libera scelta della donna, una legge dello Stato sostanzialmente resa inapplicabile in diverse regioni”, osserva la consigliera comunale nel documento. “Rendere inefficace una legge talvolta è più facile che abolirla ma il risultato finale è lo stesso: diritti inaccessibili significa di fatto diritti negati. Proprio le Marche, la nostra regione, è sotto osservazione dei media e della politica per questo motivo”.

Parole respinte con foga dai meloniani, che già lasciano trasparire l’intenzione di bocciare il provvedimento: “Un evento così orribile non può essere avvicinato al caso della 194, respingiamo fermamente questa strumentalizzazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

agriturismo le senapi
gastronomica 250

TI CONSIGLIAMO NOI…