domenica 27 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 13:40
domenica 27 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 13:40

Iran, passa la mozione dei Verdi. Parte della maggioranza vota l’emendamento del centrodestra

Il sostegno di Libera non è comunque bastato per varare le modifiche, respinte per 9 voti contro 10
bespoke

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
Passa in consiglio comunale la mozione su Mahsa Amini. Ad accendere i riflettori sulle vicende iraniane sono stati i Verdi, con il documento che è stato accompagnato da due emendamenti.

Il primo, promosso da Luciana Barlocci, è passato senza problemi e si limitava ad annunciare le iniziative in vista del 25 novembre, con la realizzazione dei due murales nelle mura antistanti il Municipio raffiguranti volti di donne, che andranno a sostituire il Muro delle Bambole.

L’altra, invece, a firma del centrodestra, chiedeva di eliminare alcuni passaggi nel testo, soprattutto quelli che facevano riferimento alla legge 194 e alla questione aborto nelle Marche.

Omaggiando la 22enne morta dopo essere stata picchiata perché colpevole di aver indossato il velo in modo sbagliato, la Marchegiani ha posto un’aggiunta che già nelle settimane scorse non era andata affatto giù a Fratelli d’Italia: “Pure qui, in Italia, sappiamo cosa sta succedendo con la Legge 194, quella sul diritto all’aborto, quella sulla libera scelta della donna, una legge dello Stato sostanzialmente resa inapplicabile in diverse regioni”.

Una strumentalizzazione per meloniani, Lega e Forza Italia, che hanno ottenuto l’appoggio a sorpresa di Stefano Gaetani, Gino Micozzi e Sabrina Merli, membri della lista di maggioranza Libera San Benedetto.

Il sostegno non è comunque bastato per varare le modifiche, respinte per 9 voti contro 10.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

sbizzura 250
casereccia 250

TI CONSIGLIAMO NOI…