spadu top
mercoledì 22 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 04:03
spadu top
mercoledì 22 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 04:03
Cerca

I socialisti bocciano il lungomare che non c’è

Pubblicato il 31 Marzo 2014

SAN BENEDETTO – “Il nuovo lungomare non è più una priorità”. A dirlo, dopo il Pd, i colleghi di banco del Psi. Che tradotto significa: si procederà a una sistemazione della passeggiata, ma nulla a che fare con l’intervento effettuato nel tratto sud.

Per ora si procederà a realizzare il pennello sull’Albula, i cui lavori inizieranno a ottobre, così una sistemata alle balaustre e nuovi sottoservizi. Per un importo pari a 700mila euro da far rientrare nei 2milioni e mezzo da spendere nella manutenzione ordinaria della città. Cifra che sarà reperita attraverso un mutuo.

Per quanto riguarda i lavori rimanenti, quindi asfalto, eventuale arredo e giardini, tutto è rimandato a un project financing da realizzare dando in gestione a privati i parcheggi blu. Sempre se qualcuno sarà interessato.

Un passo indietro clamoroso da parte della maggioranza che da due mandati promette e annuncia la riqualificazione della zona nevralgica oltre che simbolo di San Benedetto. Il primo obiettivo a fallire è stato il Prg, in quel caso si puntò il dito su una legge regionale mai varata, ora alla base del dietrofront sul lungomare ci sarebbero la crisi e il patto di stabilità.

“In fondo -affermano i socialisti Pino Laversa e Umberto Pasquali – la stessa Sovrintendenza ha posto dei paletti a una riqualificazione che potesse cambiare troppo il volto del lungomare”. Un parere che avrebbe fatto tirare un sospiro di sollievo alla maggioranza.

Intervento che sarà comunque inserito nel prossimo bilancio di previsione che non prevede aumenti di tariffe, l’applicazione della Tasi al minimo senza applicazione dello 0,8 per mille. E sempre il Psi ha richiamato ai ranghi l’intera giunta affinché si faccia a meno di sprechi e spese superflue.

garofano
jako
coal
fiora
kokeshi
villa picena

TI CONSIGLIAMO NOI…