san park
mercoledì 17 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 03:58
san park
mercoledì 17 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 03:58
Cerca

Area Vasta, i sindacati chiudono la porta a Stroppa

Pubblicato da 

Redazione
 sabato 21 Settembre 2013

Galeotto fu l’ultimo incontro. Due ore di riunione sfociate in una decisione choc: con la direzione dell’Area Vasta i sindacati non parlano più. Lo afferma con una nota ufficiale la Rsu composta da Cgil, Cisl, Uil, Fsi e Nursind.

I motivi sono chiari, le parole forti: “I tagli indiscriminati imposti dalla Regione Marche, in assenza di un piano di riorganizzazione complessivo del Servizio Sanitario Regionale, sono inaccettabili – affermano all’unisono tutti i rappresentanti delle cinque sigle sindacali -. Le rappresentanze contestano l’accorpamento di Unità operative negli ospedali di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, che compromettono la funzionalità del Sistema Sanitario Pubblico, ancora in fase di riorganizzazione”.

La denuncia dei sindacati parla di cinquanta contratti che al 30 settembre non saranno rinnovati. Una mancanza grave che “paralizzerà  gran parte dei servizi sanitari rivolti ai cittadini”.

“La mancata definizione degli stessi istituti contrattuali, a danno di tutto il personale – proseguono i sindacalisti della Rsu – ha compromesso una situazione ambientale già particolarmente difficile, causa i gravosi carichi di lavoro cui sono sottoposti i dipendenti di tutti i servizi, in particolare delle unità operative. L’omessa assunzione di disoccupati, iscritti nelle delle liste categorie protette, costituisce una violazione inaccettabile per una Pubblica amministrazione”.

Dunque ora il confronto si sposterà con le amministrazioni comunali visto che la delegazione sindacale, ha deciso di coinvolgere i sindaci del territorio, sulle problematiche della sanità locale, attraverso uno specifico confronto di merito. “La stessa rappresentanza – si legge nella nota -informerà l’opinione pubblica su potenziali disservizi che verranno a crearsi a seguito degli indiscriminati ed iniqui tagli che l’ASUR sta perpetrando sul territorio regionale, ed in particolare nel Piceno”.

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

garofano
kokeshi
new edil
coal
jako
fiora
soriano 250

TI CONSIGLIAMO NOI…