mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:35
mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:35

Fede difende il reddito di cittadinanza: “I controlli stanno funzionando”

Il deputato dei Cinque Stelle: "Far passare l’idea che sia l’unico problema è ridicolo, oltreché falso e tendenzioso"
haster 250

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
“In Italia, secondo l’ultimo resoconto della Guardia di finanza, si registrano circa 100 miliardi di evasione l’anno, per quasi 6mila evasori totali e oltre 23mila soggetti denunciati per i più vari reati tributari, truffe e sprechi di denaro pubblico, senza dimenticare le frodi al sistema sanitario e nel settore degli appalti. I percettori del Reddito di Cittadinanza che hanno percepito indebitamente il sussidio rappresentano lo 0,7% della platea”. L’analisi è di Giorgio Fede, che continua a difendere il provvedimento approvato dal governo Conte. “Le denunce – commenta il deputato sambenedettese dei Cinque Stelle – dimostrano semplicemente che i controlli stanno funzionando. Far passare l’idea che l’unico problema sia il Reddito di Cittadinanza, che rappresenta solo lo 0,7% dell’ammontare delle truffe, è ridicolo, oltreché falso e tendenzioso”.

Insiste Fede: “Vorrei ricordare anche i dati dell’Inps: due terzi dei percettori non sono occupabili e il 20% di quelli che sono occupabili lavora già, ma con uno stipendio al di sotto della soglia di povertà, che quindi viene integrato dal Reddito di Cittadinanza fino a raggiungere 780 euro. Inoltre, c’è un’ampia fascia di persone tra i 55 ed i 65 anni, difficilmente ricollocabili, mentre i ragazzi under 35 che non si trovano più con i propri genitori e che percepiscono il sussidio rappresentano l’1,47%”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

La Lancette
menoamara

TI CONSIGLIAMO NOI…