martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 17:27
martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 17:27

Dragaggio al porto, Gabrielli: “Spero si parta in primavera. Le sabbie pulite serviranno per il ripascimento alla Sentina”

L'assessore: “Non saranno lavori eccezionali, da svolgere nei momenti di emergenza, ma dovrebbero diventare sistematici"
francesca piunti

“Spero che per primavera cominci il dragaggio”. Lo afferma l’assessore al piano del porto Bruno Gabrielli, che prova a fissare i tempi per l’atteso intervento. “Non saranno lavori eccezionali, da svolgere nei momenti di emergenza, ma dovrebbero diventare sistematici, con esecuzione a cadenza temporale”.

L’importo messo a bilancio dall’autorità di sistema portuale è di 1,8 milioni di euro. “Si stanno ancora effettuando i carotaggi della sabbia presente all’imboccatura per comprendere il timo di inquinamento. Se questa è pulita si può riutilizzare per il ripascimento, magari alla Sentina dove c’è un problema di erosione. Se invece presenta degli indici di inquinamento, deve essere portata via. Mi auguro che le tempistiche non siano troppo lunghe”.

L’obiettivo è quello di approfondire a meno 5 metri la canaletta di accesso allo scalo. Si prevede di disporre dei risultati della caratterizzazione entro fine marzo per elaborare il progetto di dragaggio da appaltare.

Nel frattempo, come già annunciato nelle scorse ore, è stato ufficializzato l’affidamento dei lavori per il restauro conservativo di una parte del muro paraonde del molo nord. Le operazioni spetteranno alla società Coproject srl. La somma ammonta a 360 mila euro.

I lavori riguarderanno la porzione centrale di 100 metri, rispetto ad un muro lungo sei volte tanto. Il cantiere, che dovrebbe aprire a marzo, chiuderà presumibilmente ad agosto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

pizzart
centrotermica 250

TI CONSIGLIAMO NOI…