hopera surreal
venerdì 19 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 13:28
venerdì 19 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 13:28
Cerca

Di Maio a San Benedetto: “Attenzione a chi metterete in mano le chiavi della vostra sanità”. FOTO-VIDEO

"Noi il 20 e 21 settembre abbiamo una grande occasione per tagliare 345 parlamentari”
Pubblicato il 11 Settembre 2020

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Referendum e non solo. In visita a San Benedetto per sostenere la campagna per il ‘sì’, Luigi Di Maio ne approfitta anche per parlare delle imminenti elezioni regionali. “Attenzione – avverte – perché noi abbiamo vinto la trattativa in Europa e abbiamo 200 miliardi di euro di recovery fund da spendere, ma a spenderli saranno le Regioni e i Comuni. Siete voi a decidere a chi mettere in mano le chiavi della vostra sanità e dei vostri servizi pubblici”.

Accolto al Niwa di viale Buozzi dal senatore Giorgio Fede e dal consigliere regionale uscente Peppe Giorgini, il ministro degli Esteri elogia il candidato governatore Gian Mario Mercorelli: “Ha ricevuto molte proposte e non ha ceduto. Se non ha ceduto significa che avrete la garanzia che sarà un governatore integerrimo”.

Ecco quindi che l’attenzione si sposta tutto sul taglio dei parlamentari, che i Cinque Stelle invocano in maniera decisa: “Noi il 20 e 21 settembre abbiamo una grande occasione per tagliare 345 parlamentari”, insiste Di Maio. “Abbiamo l’occasione per riportare i numeri a livelli europei. Chi sta portando avanti la campagna del no è chi ha tagliato dalla sanità, dalla scuola e dai trasporti. Se votiamo per il ‘sì’ si passerà da quasi 1000 parlamentari a 600. Entreremo nella media occidentale. I contrari dicono che serve ben altro. Questo Paese di benaltrismo è morto. Non ci doveva essere questo referendum, alla Camera avevano votato tutti favorevolmente. Non sono stati i cittadini a chiederlo, ma alcuni senatori che si sono svegliati perché hanno paura di perdere il loro posto”.

Decisa anche la presa di posizione di Paola Taverna, che ne approfitta per difendere l’operato dei grillini al governo. “In due anni abbiamo fatto più di quello che la politica ha realizzato in quarant’anni. La riduzione dei parlamentari serve a ridare dignità al Parlamento. Pure in questa regione c’è la possibilità di portare avanti una politica differente col Movimento, ed è un orgoglio che rivendico. Dicono che non siamo preparati, adatti, giusti eppure le politiche che hanno cambiato questo Paese le abbiamo fatte noi. Il reddito di cittadinanza è un atto di dignità”.

garofano
jako
kokeshi
coal
new edil
sbizzura 250

TI CONSIGLIAMO NOI…