lunedì 27 Settembre 2021 – Aggiornato alle 16:03

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

PUBBLICITA’ ELETTORALE

bottiglieri 400
La polemica

Consiglio sullo stadio, Spazzafumo all’attacco: “Chiederò ai miei sostenitori di opporsi a ogni tentativo di porte chiuse”

"Un sindaco come Piunti che ha paura di dire la verità ai cittadini e dice solo quello che pensa gli faccia fare bella figura non è un sindaco, è un influencer"
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print

PUBBLICITA’ ELETTORALE

muzi 400

PUBBLICITA’ ELETTORALE

spazzafumo 250
spazzafumo 550
sbizzura 250
SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Alla vigilia del ‘recupero’ del consiglio comunale interrotto lo scorso 26 luglio, Antonio Spazzafumo scende in campo e chiede apertamente ai suoi sostenitori che siedono in assise di evitare “ogni tentativo di secretare o nascondere quello che è successo sulla vicenda stadio”.

Il candidato di Libera San Benedetto si lancia quindi in una dura critica nei confronti della maggioranza: “Si può sbagliare, fa parte della vita. L’unica cosa che non si può fare è nascondere la verità e mancare di rispetto all’intelligenza degli altri. Un sindaco come Piunti che ha paura di dire la verità ai cittadini e dice solo quello che pensa gli faccia fare bella figura non è un sindaco, è un influencer. E’ la città ha bisogno del primo, se vuole fare il secondo avrà i prossimi cinque anni per dedicarcisi.
Domani in consiglio come per i prossimi cinque anni, su una cosa i sambenedettesi potranno sempre contare: noi non gli nasconderemo mai nulla. Magari sbaglieremo qualcosa o scontenteremo qualcuno ma continueremo a confrontarci con ciascuno dei nostri concittadini a viso aperto. Perché San Benedetto torna grande solo se stiamo tutti insieme e c’è solo una cosa che unisce tutti: la verità”.

Spazzafumo avanza anche un paragone con Draghi: “Sarebbe una vergogna che due giorni dopo che il Presidente del Consiglio ha desecretato i documenti su Gladio e la P2 Piunti e i suoi consiglieri decidessero che bisogna mantenere il segreto sul caso stadio. Per Draghi i cittadini sono pronti a conoscere gli atti di alcune tra le pagine più oscure della nostra Repubblica e per Piunti non meritano neanche di leggere degli atti che riguardano uno stadio comunale? Piunti è abituato a scappare dal merito di ogni discussione ma questa volta non potrà farlo. Se il sindaco e la sua maggioranza decideranno di negare ai sambenedettesi il loro diritto a conoscere la verità su quello che accade nella nostra città, lo dovranno spiegare non solo ai tifosi ma a tutti i cittadini. Non basteranno i suoi fuochi di artificio retorici. Per altro gli unici fuochi di artificio che ha lasciato a questa città”.

carpe diem 250

PUBBLICITA’ ELETTORALI

barlocci 250
Giuseppe Formentini
canducci 250

Ultime notizie

TI CONSIGLIAMO NOI…