Comunali, Gabrielli: “Pronto a dare una mano per un nuovo progetto. De Vecchis candidato? Ne sarei lieto”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Mi piacerebbe continuare a mettere a disposizione la mia esperienza politica maturata in questi venti anni”. Bruno Gabrielli guarda alle prossime elezioni comunali e risponde ‘presente’. Nessuna candidatura a sindaco, come accadde nel 2011, bensì un lavoro nelle retrovie a sostegno di una forza che metta a punto nuovi progetti per San Benedetto. “In questi anni sono stato in prima linea – spiega l’ex esponente di Forza Italia – se ci fosse un’idea valida, io ci starei”.

Da sempre nel centrodestra, Gabrielli non intende cambiare colore politico: “Non mi vedrete mai con la tessera del Pd o dei Cinque Stelle – precisa – ma se si dovesse creare un movimento che ha interesse a mettere da parte la propria fede politica a favore di un progetto valido, ne sarei felice”.

A rappresentare questa nuova realtà civica potrebbe essere Giorgio De Vecchis: “Ne sarei ben lieto, saranno importanti contenuti e regia. Non sto cercando un partito dove collocarmi, ma un luogo dove poter dare il mio contributo”.

Immancabile, infine, un giudizio sull’amministrazione comunale, con la quale ruppe nel 2017, all’indomane della sfiducia subita da presidente dell’assise: “Mi ha deluso, a prescindere dalla mia situazione personale. Ritengo inefficiente l’apporto dato da questa giunta, mi aspettavo qualcosa di diverso”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA