giovedì 29 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 05:49

      FERMO       MACERATA       ANCONA       PESARO-URBINO       DALL’ABRUZZO      

logopng
giovedì 29 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 05:49

PUBBLICITA’ ELETTORALE

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Commissione sanità, tutti d’accordo per una mozione condivisa: “Ma vanno coinvolti tutti i comuni”

Piunti: . "Dopo dieci mesi la cera si consuma e la processione non cammina. Serve un’interlocuzione fisica con la Regione"

PUBBLICITA’ ELETTORALE

  
marina 250

Una nuova mozione che metta d’accordo l’intero consiglio comunale per chiedere alla Regione una maggiore attenzione per il Madonna del Soccorso. La presidente della commissione sanità Aurora Bottiglieri si concentra soprattutto sul personale limitato, sulla riapertura della medicina d’urgenza, sull’abbattimento delle liste d’attesa e sul ritorno al numero di posti letto che si avevano prima dell’arrivo della pandemia. C’è poi l’invito ad organizzare una giornata per lo screening di massa rivolto alle somministrazioni delle quarti dosi di vaccino contro il covid.

“Bisogna organizzare un qualcosa che coinvolga anche gli altri comuni su un discorso condiviso preventivamente – afferma Giorgio De Vecchis – da qui a fine anno lavorerei partendo dagli incontri con gli operatori magari senza la presenza della stampa, in audizioni ristrette in modo che si sentano liberi. A quel punto la mozione avrebbe un peso differente, verrebbe caricata di un significato più ampio. Al di là delle ideologie, tutti sanno che questa zona è sotto-dotata, si dovrebbe andare nella stessa direzione. Come ci fu un giudizio nei confronti di centrosinistra, ci sarà anche nel centrodestra. Saranno obbligati a muoversi, altrimenti avranno le stesse conseguenze”.

D’accordo l’ex sindaco Piunti, che però non rinuncia a qualche stoccata: “Abbiamo fatto passi indietro e questo non va bene se vogliamo raggiungere una posizione comune. In queste commissioni non ho mai visto né sindaco, né assessore. Dopo dieci mesi la cera si consuma e la processione non cammina. Inoltre serve un’interlocuzione fisica con la Regione. Vanno ascoltati anche gli altri sindaci”.

Perplessità vengono mostrate pure da Annalisa Marchegiani: Di chiacchiere ne sono state fatte tante. Il sindaco deve attivare un coinvolgimento degli altri comuni, altrimenti non è corretto. San Benedetto è la città capofila, ma esistono altre realtà che daranno maggiore forza e risonanza”.

kokeshi
mediateca

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

cna
onova 250
bagnini 250

TI CONSIGLIAMO NOI…