spadu top
martedì 28 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 18:28
spadu top
martedì 28 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 18:28
Cerca

Casa e Ospedale di Comunità, Spazzafumo: “Occasione grandissima per la città”

Natalini: "San Benedetto non ha una casa comunità, ce ne sono due ma in comuni vicini. Lo stabile di via Romagna non era più adatto all’erogazione dei servizi sanitari"
Pubblicato il 6 Settembre 2023

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. “E’ un’occasione grandissima per l’azienda sanitaria e per la nostra città”. Antonio Spazzafumo non nasconde la soddisfazione per la futura realizzazione della Casa e dell’Ospedale di Comunità a San Benedetto.

“C’è stata un’ottima collaborazione con la direttrice dell’azienda sanitaria Nicoletta Natalini e, insieme, abbiamo creato un’accelerazione al progetto. C’è stata una grossa partecipazione, da entrambe le parti si registra la volontà di effettuare un percorso veloce”.

L’accordo di collaborazione tra Comune è Ast è finalizzato alla permuta tra l’area comunale di via Sgattoni – dove è per l’appunto prevista la realizzazione della Casa di Comunità e di un Ospedale di Comunità – e l’immobile dell’Ast di via Romagna.

La differenza di valore tra i due beni, pari a circa 357.000 euro a favore di Ast, viene compensata dal mancato godimento, da parte dell’ente, dell’immobile di via Romagna per tutta la durata dei lavori prevista in circa 48 mesi e dalla realizzazione a spese del Comune di una dotazione aggiuntiva – rispetto agli interventi sulla viabilità previsti – di almeno 38 posti auto in uso esclusivo dell’Azienda Sanitaria.

Per la Casa di Comunità è prevista una spesa di euro 6,1 milioni, finanziata per euro 4,3 milioni con fondi Pnrr e per 1,8 milioni dal Fondo Opere Indifferibili. Per l’ospedale di Comunità, invece, la spesa prevista è di 2,7 milioni, finanziata per 2 milioni con fondi Pnrr e per 707 mila euro dal Fondo Opere Indifferibili.

“E’ un momento molto importante”, afferma la Natalini. “Il Pnrr è una grandissima opportunità per la quantità di fondi messi a disposizione. San Benedetto non ha una Casa di Comunità, ce ne sono due ma in comuni vicini. Lo stabile di via Romagna non era più adatto all’erogazione dei servizi sanitari. La grossa novità sarà rappresentata dall’Ospedale di Comunità, una struttura di ricovero ma non per le acuzie, rivolto dunque a pazienti che non possono ancora tornare a domicilio, senza però che abbiano una necessità medica importante”.

La struttura sarà completata entro il 2026. Il nuovo edificio avrà una concezione architettonica contemporanea di alta qualità e sarà concepito secondo i criteri di eco-compatibilità ed efficienza energetica.

“E’ stata una progettualità fortemente voluta da tutta l’amministrazione, con delle tempistiche molto brevi”, rivendica l’assessore all’urbanistica, Bruno Gabrielli. “È una struttura strategica, una dote che lasceremo alla città. Siamo stati bravi”.

kokeshi
coal
fiora
garofano
jako
haster 250

TI CONSIGLIAMO NOI…