spadu top
venerdì 12 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 23:18
venerdì 12 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 23:18
Cerca

Calendario, Barlocci si rivolgerà al Prefetto: “Non esiste nessuna autorizzazione dell’utilizzo dello stemma comunale. Situazione grave e illegittima”

La consigliera: "L'amministrazione non poteva non essere a conoscenza della vicenda. La segreteria del sindaco ha richiesto la convocazione della conferenza di Pasquali"
Pubblicato il 7 Dicembre 2023

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. “Nessun patrocinio concesso al calendario Miss Grand Prix 2024”. Lo denuncia la consigliera del gruppo misto Luciana Barlocci che ha effettuato un accesso agli atti relativamente la vicenda che sta tenendo banco da ieri nell’ambiente politico sambenedettese. “A quanto risulta dalle carte nessun patrocinio è stato rilasciato al calendario presentato ieri dal consigliere Pasquali” afferma la consigliera.

“E’ assolutamente grave e illegittimo – aggiunge – utilizzare il simbolo della città di San Benedetto in un calendario che, a quanto risulta, è stato stampato in 7mila copie sul cartaceo e ampiamente diffuso su internet. Un utilizzo che non ha alcuna autorizzazione”. Per Barlocci si tratta di un ulteriore aspetto grave che va ad aggiungersi già alle altre criticità emerse nel corso delle ultime ore dalle varie forze politiche. “Questa operazione oltre ad avere la gravità di cui ampiamente si è parlato ha anche questo riscontro estremamente negativo perché a questo punto chiunque può presentare un proprio prodotto e senza alcuna autorizzazione utilizzare il simbolo di questa città”.

La consigliera annuncia che farà presente tutta la situazione al Prefetto di Ascoli Piceno: “A lui – spiega – sarà inviata una formale informazione e una richiesta di delucidazioni e chiarimenti in vista dell’incontro che avremo con lui anche su altri aspetti”.

Inoltre Barlocci afferma che l’amministrazione non poteva non essere a conoscenza di tutta la vicenda: “La conferenza stampa tenuta dal consigliere Pasquali – dice – era stata convocata su richiesta partita dalla segreteria del sindaco e diretta all’ufficio stampa. Dunque qualcuno era al corrente e ha avallato il tutto. Anche l’utilizzo improprio dello stemma comunale”.

kokeshi
coal
garofano
fiora
new edil
haster 250

TI CONSIGLIAMO NOI…