spadu top
domenica 14 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 07:21
domenica 14 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 07:21
Cerca

Asilo Battisti, opposizione all’attacco: “Bagni in pessime condizioni e infiltrazioni d’acqua dal soffitto”

Il consigliere comunale di 'Grottammare città unica' Luigi Valentini torna sull’argomento istruzione e accusa l'amministrazione
asilo Battisti
Pubblicato il 27 Novembre 2018

GROTTAMMARE – Il consigliere comunale di ‘Grottammare città unica’ Luigi Valentini torna sull’argomento istruzione, evidenziando delle lacune sulle strutture che dovrebbero rappresentare il fiore all’occhiello di ogni città, cioè le scuole e gli asili.

Dopo i numerosi problemi della scuola elementare ‘Speranza’ e la non agibilità di una parte dell’asilo ‘Battisti’ inaugurato nel 2008, sono emerse altre criticità. La scuola materna ‘Battisti’ ad oggi si presenta malridotta e insalubre e se non si interviene in modo adeguato ci potrebbero essere danni alla salute di bambini, genitori e bidelli.

«Ultimamente ho avuto modo di interfacciarmi con diversi genitori di alunni che frequentano la nostra scuola. Gli stessi si sono lamentati delle condizioni precarie dei bagni, delle infiltrazioni di acqua dal soffitto, della risalita di acqua per capillarità sui muri e soprattutto della presenza di muffa sulle pareti. Addirittura una mamma mi ha parlato di vetri rotti, banchi fatiscenti, lavagne rotte e pavimenti scivolosi. Bimbi e insegnanti rischiano di cadere a terra a causa delle penetrazioni di acqua dal soffitto che generano una discesa del liquido sul pavimento. Anche muffa e umidità sono la conseguenza dell’acqua in eccesso presente a terra».

Luigina Silvestri, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale ‘G. Leopardi’ di cui l’asilo ‘Battisti’ fa parte, ha protocollato diverse richieste di intervento agli uffici del Comune, ma fino ad ora solamente ‘toppe’ e tinteggiature.

«Quello che mi meraviglia – continua Valentini – è che i bambini dovrebbero essere tutelati in ogni modo, cosa che in questo caso non sta avvenendo. Sentire genitori che denunciano queste cose è molto grave. Ricordo che le manutenzioni ordinarie e straordinarie dovrebbero essere fatte il giorno successivo alla richiesta. Mi sembra che ci siano sono troppi rimandi e invece di giorni qui passano mesi, forse anni e di concreto c’è poco o niente.  Occorrerebbero una vigilanza quasi ‘giornaliera’ e una manutenzione costante per far sì che i nostri figli possano entrare liberamente in qualsiasi stanza e respirare aria sana».

Valentini invita chi di competenza a un intervento immediato per far fronte a questa mancanza e conclude: «I buoni propositi dell’attuale maggioranza spesso non vanno di pari passo con le richieste formulate dai plessi scolastici. Soprattutto quando ci sono di mezzo i nostri figli e i bambini in generale, ci vogliono molti più fatti e soprattutto una grande velocità nella risoluzione dei problemi. I giovani rappresentano il futuro e chi amministra una città deve sempre dare buoni esempi».

garofano
jako
new edil
fiora
coal
banca del piceno

TI CONSIGLIAMO NOI…