san park
martedì 16 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 15:37
san park
martedì 16 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 15:37
Cerca

“Abbiamo perso due consiglieri, non il partito”

Pubblicato da 

Alessandra Clementi
 domenica 22 Dicembre 2013

SAN BENEDETTO – Il pastore perde due pecorelle del proprio gregge, ma non si dispera. O almeno non lo dà a vedere. “Abbiamo perso due consiglieri, non un partito”. Così il sindaco Gaspari commenta l’annunciata uscita dei consiglieri Loredana Emili e Sergio Pezzuoli dal gruppo consiliare e dal Pd locale.

Secondo il primo cittadino l’annuncio delle dimissioni non sarebbe nulla di nuovo sotto al cielo, dal momento che da oltre un anno e mezzo i due democratici non votavano il bilancio e le delibere più importanti in linea con la maggioranza.

Nel frattempo continuano le pressioni che molti esponenti della coalizione, e non solo, starebbero rivolgendo alla Emili per farla desistere e farle cambiare idea.

Qualcuno proietta lo sguardo in avanti, ai prossimi appuntamenti elettorali dove il centrosinistra e il Pd non possono permettersi di farsi trovare divisi. La storia insegna che le spaccature non vanno mai a braccetto con le vittorie.

Tesi confutata da Gaspari, il quale dichiara: “Il Pd e il centrosinistra sono più uniti e compatti che mai. Il problema per una formazione è se esce un partito, non se alcuni soggetti abbandonano il campo. Nel 2009, quando non ho avuto più la maggioranza, sono andato comunque avanti perché non volevo che avesse la meglio la congiura di palazzo e il destino ci ha dato ragione visto che abbiamo vinto alle elezioni del 2011 e anche in futuro sarà così”.

Addirittura il primo cittadino arriva ad annunciare grandi novità per gennaio 2014. Campagna acquisti in maggioranza, se non addirittura nel Pd? Verrebbe da pensare a qualche ex dipietrista orfano del proprio partito. Ma chi vivrà vedrà.

Intanto rimane l’interrogativo se la Emili approdando al gruppo misto possa rimanere comunque un’iscritta del Pd. Gaspari non proferisce parola al riguardo rimettendo la questione nelle mani della commissione di garanzia.

Il contraccolpo è stato comunque sentito. Un Pd che fin dal congresso locale ha radicato ancora di più la spaccatura al suo interno e il sindaco in questo caso scomoda i big nazionali dicendo: “Renzi, Cuperlo e Civati dopo essersi stati degli avversari ora lavorano nella stessa squadra. Qui si continua a parlare di 60% e 40%, niente di più errato. Il congresso non era una conta e se fosse stato così il divario a favore della Gregori sarebbe stato ancora più ampio”.

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

kokeshi
coal
jako
fiora
new edil
garofano
autoadria

TI CONSIGLIAMO NOI…