giovedì 8 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 00:58
giovedì 8 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 00:58

Influenza, casi in crescita. Da Federfarma l’appello per il vaccino

Righetti: "Anche in questo frangente svolgiamo come farmacie di comunità  il ruolo professionale in forma nuova"
▲  Preparazione di una fiala per le vaccinazioni
bespoke

ASCOLI PICENO
E’ partita  con il piede sull’acceleratore la stagione influenzale 2022-2023: sono già molti i marchigiani che si sono rivolti  alle farmacie   impegnate nella campagna per la vaccinazione antinfluenzale promossa dalla Regione Marche , replicando quanto fatto nella passata stagione .

La validità di questo ennesimo coinvolgimento dei farmacisti nelle campagne di vaccinazione è confermata dalla rete di monitoraggio nazionale – Influnet – coordinata dall’Istituto superiore di sanità a cui la Regione Marche ha aderito : nelle ultime settimane è stato registrato  un livello di incidenza delle sindromi simil influenzali del 4.8 casi per mille abitanti , in costante crescita .

C’e dunque necessità  di incrementare la vaccinazione antinfluenzale  per tutti i soggetti ammessi alla gratuità ,   coloro che sono dichiarati soggetti fragili e anche con età superiore ai 60 anni , che possono recarsi nelle farmacie abilitate e ricevere la copertura vaccinale  in sicurezza e rapidità . Farmacie a disposizione anche di coloro che, non compresi nelle fasce di gratuità,  intendono  comunque vaccinarsi  per sicurezza personale .

Andrea Avitabile , presidente di Federfarma Marche , sottolinea” è crescente l’impegno dei farnacisti nel suggerire alla popolazione   interessata il ricorso  alla vaccinazione antinfluenzale , un ennesimo servizio fortemente sostenuto dalla Regione e da Federfarma “. Riconferma che “ in tutte le province sono molte le farmacie che , per il secondo anno , sono a disposizione   della popolazione per fornire un servizio che è stato già validamente sperimentato ed apprezzato con le vaccinazioni anti covid”.

“Anche in questo frangente – ricorda  Patrizia Righetti  che è presidente di Federfarma ASCOLI – svolgiamo come farmacie di comunità  il ruolo professionale  in forma nuova  , una esperienza positiva per dare risposte concrete alla popolazione in tutto il territorio   provinciale , specie nelle località distanti dalle strutture ospedaliere “.

E’ Marco Meconi ,  referente regionale delle farmacie rurali , che  prende spunto per precisare   ” il prossimo avvio nelle Marche della sperimentazione per la “farmacia dei servizi” è affrontata dai nostri farmacisti come momento basilare per interfacciarsi con i cittadini . fornendo risposte concrete di autentica    vicinanza del servizio sanitario regionale, lo ribadiamo anche nel fornire il vaccino antinfluenzale ,   l’obiettivo è dare un ennesimo servizio alla clientela, grazie alla   prossimità, alla competenza e alla capacità di rassicurare gli utenti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

onova 250
mediateca

TI CONSIGLIAMO NOI…