domenica 28 Novembre 2021 – Aggiornato alle 12:33

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

salone del bio 1
La polemica

Sversamenti nel Tesino, l’opposizione di Offida contro il sindaco: “Silenzio che non accettiamo”

"Chi garantisce la salubrità delle acque di captazione?"
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
olive 250
OFFIDA
salone del bio 1

“Non lo accetteremo mai questo suo silenzio signor Sindaco. Sono 12 mesi che denunciamo gli sversamenti sul fiume Tesino e lei non si degna di proferire una sola parola”. La dura accusa arriva da Eliano D’Angelo capogruppo di opposizione a Offida.

“Oggi siamo, per l’ennesima volta a documentare ciò che viene sversato dagli scarichi del depuratore di Santa Maria Goretti. Il video non mostra uno scarico incolore e vi assicuriamo che non era neanche inodore come dovrebbe avvenire su ogni impianto di depurazione. L’assessore Peroni dice che state lavorando, che il problema non è di facile soluzione e che se ne occupa direttamente lei, bene! Ci relazioni degli incontri avuti con gli organi competenti, ci tranquillizzi sulla situazione e sulle future attività che questi vorranno mettere in pratica per non peggiorare un disastro ambientale già di portata incalcolabile. Cosa ne sarà dell’ecosistema su quel tratto di fiume? Chi garantisce la salubrità delle acque di captazione? Chi tutela le famiglie che vanno a godersi momenti di relax sul litorale adriatico?”

Prosegue D’Angelo: “Nel mese scorso è stato approvato il bilancio della Ciip di Ascoli Piceno, i Sindaci erano deputati alla discussione e approvazione dello stesso previo mandato dei rispettivi consigli comunali. A noi non risulta che sia stato portato all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di Offida, lei come si è comportato? Ha deliberatamente preso una sua posizione? Ha chiesto alla Ciip, proprietaria dell’impianto, garanzie su come risolvere i problemi relativi alla gestione della depurazione delle acque dell’impianto di Santa Maria Goretti? Lei, Signor Sindaco, è il primo responsabile della salute pubblica, ha mai denunciato questi sversamenti che sono la causa di un disastro ambientale? Noi lo speriamo vivamente, per noi, per i nostri figli e per l’intera comunità! Speriamo che abbia trovato il tempo e la voglia di farlo come lo ha trovato per vicende sicuramente meno gravi di questa. Visto il suo silenzio, come quello di altre istituzioni, abbiamo pensato di affidare l’incarico ad un Avvocato ambientale per venire a capo di questa triste situazione, con lo scopo di far tornare limpide le acque del nostro Fiume Tesino”.

Avis Sbt 250

Ultime notizie

angolo 57 250

TI CONSIGLIAMO NOI…