spadu top
mercoledì 22 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 02:57
spadu top
mercoledì 22 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 02:57
Cerca

Ricostruzione, 1,5 milioni per i lavori della Valdaso. Raccolti con gli sms solidali

Tali fondi sono stati destinati a interventi nei confronti di strutture pubbliche che, pur non essendo non oggetto di ricostruzione, risultavano comunque indispensabili per assicurare la ripresa dello sviluppo sociale ed economico
Pubblicato il 29 Gennaio 2024

ROMA. La Struttura commissariale sisma 2016 ha appena previsto il trasferimento di 1,5 milioni di euro all’Ufficio Speciale della Ricostruzione della Regione Marche per la realizzazione dei lavori di ammodernamento del tratto stradale della ex SS238 Valdaso, nel territorio comunale di Montefalcone Appennino (Fermo).

L’intervento è finanziato per complessivi 5 milioni di euro, di cui il presente trasferimento rappresenta un’anticipazione tramite le donazioni effettuate dai cittadini attraverso gli sms solidali al numero 45500. Tali fondi sono stati destinati a interventi nei confronti di strutture pubbliche che, pur non essendo non oggetto di ricostruzione, risultavano comunque indispensabili per assicurare la ripresa dello sviluppo sociale ed economico e per potenziare i presidi di emergenza dei territori colpiti dagli eventi sismici. Nel caso specifico, destinataria del finanzia mento è la Regione Marche, che attua l’opera attraverso l’ANAS, gestore della strada.

Soddisfatto il Commissario Straordinario Guido Castelli: “Questo stanziamento messo a disposizione della Regione Marche, destinato a interventi di ammodernamento stradale realizzati da Anas, si inserisce indi rettamente in quella logica di miglioramento della rete viaria che stiamo realizzando nell’Appennino centrale. Ad esempio, non lontano da Montefalcone Appennino, sono in corsi lavori lungo l’asse interna che va da Belforte del Chienti e Sarnano, tra la SS 502 e la SS 78, prosegue lungo la Statale 78 fino ad Amandola e da qui verso Comunanza. La maggiore e migliore mobilità di persone e merci non solo può favorire la crescita e lo sviluppo economico dei nostri territori, liberandoli dall’isolamento che spesso li caratterizza, ma può contribuire a contrastare l’inverno de
mografico, inducendo le persone a restare nei loro borghi”.

new edil
kokeshi
coal
jako
garofano
felicioni 250

TI CONSIGLIAMO NOI…