https://www.fondazionecarisap.it/
giovedì 29 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 06:30
https://www.fondazionecarisap.it/
giovedì 29 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 06:30

Templaria stupisce ancora, Castignano è invasa dai turisti. Questa sera il gran finale

Gli organizzatori parlano di un weekend sempre più partecipato

Pubblicato da 

Redazione
 lunedì 21 Agosto 2017





CASTIGNANO – Oltre le più rosee aspettative la XXVIII edizione di Templaria festival. A Castignano migliaia di turisti stanno letteralmente invadendo il piccolo caratteristico borgo nell’entroterra piceno per ammirare la scenografia mozzafiato e i coinvolgenti spettacoli che si susseguono nel corso delle serate, quest anno a tema “I sette vizi capitali”.

Soddisfattissimi al momento gli organizzatori della Pro Loco che hanno messo in campo tutti gli sforzi possibili per non perdere questa tradizione, ma anzi per rilanciarla sempre più con nuova linfa, e novità emozionanti.

A partire dalla data di inizio, che ha già dato i suoi frutti con presenze record; continuando poi in un week end sempre più partecipato. Dettagli scenografici lungo il circuito che hanno piacevolmente convinto i visitatori, così come alcune novità nel settore spettacoli: tra gli altri Giacomo de Zanet, in arte Fiammable Plus, con la sua esibizione a base di giocoleria e manipolazione del fuoco, unica in Italia. E poi lo spettacolo di teatro-danza dei Tetraedo, le coreografie della Compagnia dei Folli, la mimica straordinaria del Gobbo di Cicignano e l’abilità equilibristica di Vassago. E gli estasianti combattimenti con spade dei Fera Sancti sulle tambureggianti note dei Futhark. Ma anche gli artisti Castignanesi: gli sputafuoco Focus Vitae, sempre tra i più apprezzati, itineranti ma da quest anche fissi con due spettacoli al Teatro della Gola; e ancora, i Monaci , le Streghe, i Lebbrosi, i Fraticelli,e tanti altri.

Senza dimenticare un fiore all’occhiello di Templaria: l’enogastronomia categoricamente a tema medievale, curata, e davvero molto apprezzata: primi piatti “poveri” come farro, orzo, zuppe, ma anche secondi fatti di carne pregiate, quali spezzatini di capriolo, cinghiale, cervo.

Insomma, come sempre un insieme di particolari che rendono Templaria oasi felice, luogo incantato per frotte di turisti, soprattutto famiglie, che amano perdersi nella magica atmosfera del borgo di Castignano.

Lunedì sera la grande tradizionale chiusura del festival che anche quest anno si è dimostrato punta di diamante delle rievocazioni storiche in Italia.



© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

salone bio 2
garofano
kokeshi
fiora
new edil
coal
banca del piceno

TI CONSIGLIAMO NOI…