spadu top
domenica 14 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 05:52
domenica 14 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 05:52
Cerca

Teatri Invisibili, al via la seconda giornata

Sabato 28 appuntamento al Teatro dell'Olmo alle ore 19 e al Teatro delle Energie alle 21
Pubblicato il 27 Ottobre 2017

GROTTAMMARE – Prosegue sabato 28 ottobre la 23^ edizione dell’incontro nazionale dei Teatri Invisibili proposto dal Laboratorio Teatrale Re Nudo con l’Amat in collaborazione con i Comuni di Grottammare e di San Benedetto del Tronto e il contributo di Mibact e Regione Marche.

L’apertura della seconda giornata è a San Benedetto, al Teatro dell’Olmo, alle 19 con Aleksandros Memetaj in “Albania casa mia”. Nel 1991 in migliaia scappano da un paese ormai collassato e con navi, pescherecci e gommoni si dirigono verso l’Italia. Fra loro c’è Alexander Toto, che arriva a Brindisi con il peschereccio “Miredita”, lo stesso in cui viaggia Aleksandros Memetaj, di 6 mesi. Albania casa mia è la storia di un figlio che crescerà in un luogo che non gli darà mai un pieno senso di appartenenza. È la storia di un padre e dei sacrifici per evitare di crescere suo figlio nella miseria. E la storia di un grande amore per la propria terra.

Appuntamento successivo alle ore 21 al Teatro delle Energie di Grottammare con Mario Perrotta, esponente di spicco della generazione di mezzo del teatro di narrazione, in “Milite Ignoto – quindicidiciotto” tratto da “Avanti sempre” di Nicola Maranesi. Milite Ignoto racconta il primo, vero momento di unità nazionale. È, infatti, nelle trincee che gli “italiani” si sono conosciuti e ritrovati per la prima volta: veneti e sardi, piemontesi e siciliani, pugliesi e lombardi accomunati dalla paura e dallo spaesamento per quell’evento più grande di loro. Spaesamento acuito dalla babele di dialetti che risuonavano in quelle trincee. Lo spettacolo è dedicato a tutti i dimenticati di guerra, usati dal generale Cadorna come “carne da cannone”.

Finalista al Premio Ubu 2015 come migliore novità italiana, lo spettacolo è stato inserito tra gli eventi del programma ufficiale per le commemorazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Per l’occasione è stato attivato un appuntamento di Scuola di Platea – l’iniziativa Amat per la formazione degli studenti – con 170 studenti delle scuole superiori di San Benedetto e di Grottammare.

Conclusione di serata, sempre alle Energie alle 23 con “iLove” di Fattoria Vittadini, compagnia milanese nata da allievi danzatori della Scuola Paolo Grassi per continuare a farsi strada insieme nel campo delle arti performative. Creato e interpretato da Cesare Benedetti e Riccardo Olivier, “iLove” è un duetto autobiografico al maschile e parla d’amore. Due personaggi si ritrovano a condividere lo stesso spazio: si studiano, si presentano, provano a esporsi e a capirsi cercando loro stessi, la loro relazione, il loro essere uomini.

Teatri Invisibili si chiude domenica 29 a San Benedetto del Tronto, alle 18 al Teatro dell’Olmo con In terra in cielo di e con Silvia Garbuggino e Gaetano Ventriglia e al Teatro Concordia alle 19.00 con Gli Omini, vincitori nel 2015 del premio Rete Critica come miglior compagnia dell’anno, in La famiglia Campione.

Informazioni e prenotazioni: Laboratorio Teatrale Re Nudo tel. 347/7555404 e 340/6490905 [email protected] (teatriinvisibili.wordpress.com, su facebook teatriinvisibili) e AMAT 071/2072 439 amatmarche.net.

Biglietti Teatro dell’Olmo 6 euro, Teatro delle Energie 8 euro (doppio spettacolo della stessa sera 12 euro), Teatro Concordia 8 euro in vendita la sera di spettacolo nei luoghi di rappresentazione. Per gli spettacoli al Teatro dell’Olmo si consiglia la prenotazione.

fiora
kokeshi
garofano
new edil
jako
euro 3 250

TI CONSIGLIAMO NOI…