https://www.fondazionecarisap.it/
mercoledì 21 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 12:08
https://www.fondazionecarisap.it/
mercoledì 21 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 12:08

Si festeggiano i quattro secoli dell’Oasi

Pubblicato da 

Redazione
 venerdì 3 Ottobre 2014
Grottammare

La piccola chiesa di Santa Maria dei Monti si trova sulla sommità della collina, a pochi metri dall’antico borgo di Grottammare. L’ex complesso conventuale è oggi conosciuto con il nome di “Oasi Santa Maria dei Monti”. Della costruzione del convento se ne occupò fin dai primi del 1600 Padre Nicola da Monteprandone, dell’ordine dei frati minori riformati.

Padre Nicola poté prendere possesso della chiesetta intitolata alla “Madonna dei Monti” (una piccola cappellina presente in quel luogo già dalla fine del Trecento e dove tra 1580 e il 1583 si verificarono molti Miracoli – stando a quello che racconta fra Angelo Rocca – l’immagine della Madonna dipinta sul muro dell’antica chiesetta è ancora oggi conservata nell’abside, sebbene parte dell’affresco andò distrutto in un incendio) e di tutto il terreno circostante in un giorno preciso: il 14 luglio 1614.

I festeggiamenti per i 400 anni sono stati lunghi con tanti appuntamenti che hanno scandito i mesi di agosto e settembre, i momenti più salienti sono stati: la mostra allestita nel chiostro, il concerto per la pace (con l’orchestra giovanile marchigiana di Sarajevo e di Gerusalemme), la cena dei ricordi (in cui i partecipanti hanno raccontato aneddoti sul convento), la tavola rotonda presieduta dal Provinciale Padre Campana, il concerto della Corale Sisto V.

Per celebrare quindi i 400 anni dalla presa di possesso della Chiesa e dall’inizio dei lavori per il Convento il settimanale diocesano “L’Ancora” ha pensato di organizzare per il 4 ottobre (festa di San Francesco d’Assisi patrono d’Italia) una serata per far conoscere a tutti la figura del poverello di Assisi. Andrà in scena al Teatro delle Energie di Grottammare “Forza Venite Gente” lo storico Musical di Piero Castellacci e Michele Paulicelli divenuto un classico del “Teatro Cristiano” grazie anche alla collaborazione del “Lido degli Aranci”.

A portare di nuovo in scena uno degli spettacoli a tematica religiosa più popolari di sempre, saranno circa 50 giovani delle parrocchie di Sant’Egidio alla Vibrata. Promotori della compagnia “Arpa e cetra” una coppia di catechisti, Della Torre Marco, musicista e Faenza Sonia, attratti dalla bellezza e freschezza di questo musical.

Non senza difficoltà per diversi mesi si sono impegnati nell’avvicinare i giovani provenienti dalle differenti realtà parrocchiali (cammino neocatecumenale, movimento in direzione cristiana, post-cresima, e corali) i quali per sei mesi, presso il centro fiera messo a disposizione dal Comune di Sant’Egidio alla Vibrata per tre volte alla settimana si sono impegnati per le prove.
Hanno così dato vita ad uno spettacolo che è anche espressione di unità parrocchiale.

Porteranno i saluti il Vescovo Carlo Bresciani, i frati dell’Oasi Santa Maria dei Monti e l’amministrazione comunale di Grottammare.L’appuntamento è dunque per le 21 e 15 del 4 ottobre al teatro delle Energie.

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

kokeshi
garofano
salone bio 2
coal
fiora
new edil
onova 250

TI CONSIGLIAMO NOI…