Appignano, dal Ruritage nascerà un Festival Nazionale delle Arti. “Ora entriamo nella fase concreta del progetto”

Print Friendly, PDF & Email

APPIGNANO DEL TRONTO – Undici azioni che coinvolgeranno 40 stakeholders locali (imprese, associazioni, ecc.), supportati in processi di innovazione da 11 partner internazionali per un totale di più di 300mila euro investiti nel territorio di Appignano del Tronto sino al 2022.

Sono questi i numeri della fase di implementazione del progetto Ruritage – finanziato dal programma di Ricerca e Innovazione Horizon2020 –, e di cui il comune di Appignano del Tronto è partner ufficiale assieme ad altri 38 soggetti di 20 paesi (europei ed extraeuropei) con capofila l’Università di Bologna.

«Queste azioni sono il risultato di un anno di confronto intenso con tutti i soggetti del nostro territorio» ha affermato Sara Moreschini, sindaco di Appignano del Tronto.

«Ora Ruritage entra nella sua fase più concreta – ha proseguito il Sindaco – grazie alla quale lanceremo un Festival Internazionale delle Arti, creeremo un pacchetto turistico integrato, costruiremo un centro per attività di formazione legate alla resilienza e molto altro.

Insomma, grazie all’Unione Europea, Appignano diventerà una comunità più resiliente, innovativa e più capace di affrontare le sfide del futuro».

La presentazione delle attività del progetto Ruritage avverrà in diretta Facebook sulla pagina “Ruritage – Appignano del Tronto” lunedì 15 giugno 2020 alle ore 15.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI