spadu top
lunedì 20 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 17:33
spadu top
lunedì 20 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 17:33
Cerca

Prestiti veloci: quanto tempo serve per ottenere un finanziamento

Finanziamenti che permettono di velocizzare le procedure, ottenendo l’importo anche in 24 ore
Pubblicato il 19 Marzo 2019

Quando si richiede un prestito uno dei fattori principali è la velocità, in quanto ovviamente prima si riesce ad ottenere il finanziamento meglio è. Tuttavia le banche e le finanziarie che li concedono hanno bisogno di alcuni giorni, necessari per effettuare tutte le verifiche del caso, prima di liberare la somma ed esporsi al rischio potenziale legato al mancato rimborso. Allo stesso tempo esistono dei cosiddetti prestiti veloci, finanziamenti che permettono di velocizzare le procedure, ottenendo l’importo anche in 24 ore. Facciamo un po’ di chiarezza.

Quanti giorni bisogna attendere per un prestito

Il credito al consumo è un settore altamente vincolato, perciò le aziende che operano in questo mercato devono rispettare una serie elevata di legislazioni e norme. Si tratta di procedure standardizzate, sebbene offrano una certa flessibilità al loro interno, il cui compito in sostanza è duplice: da un lato proteggere i consumatori, contro tassi oltre le soglie di usura e comportamenti scorretti degli operatori, dall’altro consentire alle banche di effettuare tutti i controlli necessari, per prestare denaro a chi è in grado di rimborsarlo senza indebitarsi eccessivamente.

Secondo la Banca d’Italia, l’organo istituzionale che vigila sul settore bancario in Italia, è possibile considerare prestiti tutti finanziamenti d’importo compreso tra 200 e 75 mila euro, riconoscendo nella fattispecie due tipologie, i prestiti finalizzati e quelli non finalizzati. I primi possono essere richiesti per finalità specifiche, ad esempio per comprare un’auto, un elettrodomestico o ristrutturare il proprio immobile, i secondi invece non vincolano l’utente, lasciando piena libertà sull’utilizzo della somma erogata.

Quando ci si reca in banca per richiedere un prestito, esistono alcuni fattori che possono incidere sulle tempistiche, tra cui le politiche interne dell’istituto, il profilo creditizio della persona che ha bisogno del finanziamento, come eventuali segnalazioni ai Crif, pignoramenti o protesti, il reddito personale, la forma contrattuale del proprio lavoro, il valore stesso del finanziamento, la durata del rimborso e il tipo di prestito. Tutti questi fattori causano una perdita di tempo notevole, soprattutto se uno o più aspetti non sono perfettamente in ordine, facendo si che per richiedere un prestito ci vogliano in media dai 5 ai 7 giorni lavorativi.

Come ottenere un prestito veloce?

Per velocizzare la procedura di finanziamento, abbassando questa soglia di attesa, è possibile innanzitutto adeguare la propria richiesta di prestito, per facilitare la banca o la finanziaria nell’erogazione della somma. Ad esempio basta scegliere un importo non troppo elevato, rispetto al proprio reddito, oppure diminuire la durata del rimborso, riducendo allo stesso tempo il rischio per l’istituto, risolvere eventuali problemi creditizi prima di effettuare la richiesta, controllando presso i Crif, oppure optare per prestiti non finalizzati, poiché non bisogna fornire certificazioni e preventivi di spesa.

Esistono poi i prestiti veloci, finanziamenti particolari che alcuni istituti mettono a disposizione dei loro clienti, offrendo la possibilità di ottenere un prestito in appena 24-48 ore. Ovviamente tali finanziamenti sono spesso limitati, ovvero sono disponibili soltanto ad alcune condizioni precise, quindi non garantiscono una completa personalizzazione del prestito in base alle proprie esigenze, tuttavia possono essere una soluzione adeguata per chi ha bisogno dell’importo urgentemente.

I prestiti veloci sono quasi sempre dei finanziamenti telematici, da richiedere online sul sito ufficiale della banca o della finanziaria, modalità che accorcia ulteriormente i tempi d’attesa. Grazie alle moderne tecnologie, come la firma digitale e la scannerizzazione online dei documenti, è possibile inviare le certificazioni richieste in pochi istanti, finalizzando l’intero procedimento sul web. In questo modo è possibile ottenere prestiti personali veloci entro 48 ore, ovviamente se tutti i documenti sono in regola, riducendo le tempistiche tradizionali.

Quali sono i prestiti più lenti e quelli più veloci?

Non tutti i finanziamenti sono uguali, infatti se da un lato esistono dei prestiti veloci online, dall’altro alcune forme sono particolarmente complesse e lente da ottenere. Tra i prestiti peggiori, per quanto riguarda i tempi d’attesa per la concessione, ci sono quelli finalizzati, le cessioni del quinto e i prestiti INPS, che possono ritardare fino a 45 giorni per terminare l’iter burocratico. Al contrario alcune finanziarie sono piuttosto veloci nell’erogare i prestiti, ma bisogna stare attenti, poiché a volte la rapidità è un costo che viene ricaricato all’interno del tasso d’interesse, rendendo quindi il prestito veloce ma anche più costoso.

coal
fiora
garofano
kokeshi
new edil
autoadria

TI CONSIGLIAMO NOI…