cantine al borgo
mercoledì 19 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 11:37
cantine al borgo
mercoledì 19 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 11:37
Cerca

Via Sardegna, al via l’intervento contro gli allagamenti

Pubblicato il 22 Aprile 2014

SAN BENEDETTO – Partiranno lunedì prossimo gli interventi di prevenzione dagli allagamenti che interesseranno le zone comprese tra via Sicilia e via Sardegna. Con una spesa di circa 600 mila euro si cercherà di separare il sistema fognario esistente per fare in modo che i copiosi flussi d’acqua provocati dal forte maltempo non vadano ad intasare la rete di raccolta esistente. In pratica sarà costruita “una rete fognaria bianca” per la canalizzazione delle acque, separata dalla rete dei liquami. Questo macroprogetto è necessario per il lenire il sistema fognario misto a valle, che scende verso est.

“Dalle parole siamo passati ai fatti – afferma l’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri – finalmente oggi riusciamo a concretizzare questo progetto, come gli interventi effettuati in via Monte San Michele. A breve inizieranno anche i lavori in via Monte Conero, per una spesa di circa 250 mila euro”. Il nuovo piano di interventi verrà ovviamente gestito dalla Ciip: per il presidente Giacinto Alati la città deve ancora fare molta strada per risolvere tutti i problemi rimasti in sospeso. “In 3 anni abbiamo effettuato molti miglioramenti – spiega Alati – ma è come se la città dovesse recuperare un “gap”, cioè un distacco di circa 40 anni. Stiamo provando a fare del nostro meglio partendo anche da una continua manutenzione ordinaria con interventi che costano dai 40 ai 50 mila euro ma che da anni non venivano fatti in città”.

I lavori in via Sicilia e via Sardegna verranno realizzati dalla ditta Lupi che promette di concluderli in circa 2/3 mesi: ovviamente si cercherà di provocare meno disagi possibili ai cittadini chiudendo di volta in volta le strade.

Restano in sospeso i lavori in Piazza San Giovanni Battista. I soldi ci sono – 1,3 milioni di euro – il progetto è pronto e sarà controllato dalla Ciip ma slitta l’inizio dei lavori poiché manca ancora il giudizio positivo della Capitaneria. Secondo l’ing. Giorgio Felicetti della Ciip “rimane da risolvere il “nodo viabilità” , cioè cercare un modo per realizzare gli interventi previsti occupando il meno possibile l’incrocio tra viale Marinai d’Italia e via Faliero. Con il tratto stradale libero i lavori durerebbero circa 120 giorni. Con i blocchi stradali possono aumentare fino a 180 giorni senza contare i problemi che potrebbero sorgere durante l’esecuzione degli scavi, per esempio”.

TI CONSIGLIAMO NOI…