giovedì 8 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 00:14
giovedì 8 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 00:14

Via Moretti, dal 7 novembre via ai lavori dell’ultimo tratto di pista ciclabile

Il progetto ricalca quello attuato nei tratti precedenti, quindi con il percorso a sbalzo sull’alveo del torrente Albula
haster 250

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
Lunedì 7 novembre inizieranno i lavori di realizzazione della pista ciclopedonale a sbalzo di via Gino Moretti: si tratta del tratto di circa 140 metri che collega via Curzi a via Ugo Bassi, di fronte allo storico plesso scolastico omonimo.

L’intervento sarà eseguito dalla ditta Edil Pi. Ma. Srl di Monte San Giovanni Campano (FR) per un importo di aggiudicazione di 264.240 euro IVA compresa e comporterà l’istituzione, per tutta la durata dei lavori, di un senso unico di circolazione est – ovest, cioè da via Ugo Bassi a via Mario Curzi. Questi costi non tengono però conto dell’incremento dei prezzi dei materiali registratosi a livello mondiale, per cui verosimilmente sarà necessario adeguare l’importo.

Il progetto ricalca quello attuato nei tratti precedenti, quindi con il percorso ciclabile a sbalzo sull’alveo del torrente Albula, compresa la creazione di una panchina in cemento in prossimità di viale De Gasperi speculare a quella fatta ad ovest dell’incrocio.

In considerazione della pausa natalizia e dei possibili stop legati al maltempo della stagione invernale, è plausibile stimare la conclusione dei lavori per la fine di aprile 2023.

“Costruiamo un altro tassello di un progetto più ampio, già approvato nella sua totalità e realizzato a stralci, di un collegamento ciclabile in sicurezza tra il quartiere di Ponterotto e il quartiere Albula Centro – dice il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici e all’Ambiente Antonio Capriotti – integrando in maniera sempre più consistente Ia mobilità ordinaria e la crescente domanda di mobilità alternativa che rappresenta un obiettivo fondamentale del nostro territorio e un perno delle politiche ambientali della nostra Amministrazione. In attesa di reperire i fondi – conclude Capriotti – stiamo lavorando alla progettazione di un sottopasso ciclopedonale sotto la sede ferroviaria che colleghi finalmente questo percorso ciclabile alla zona del lungomare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

campanelli 250
stuzziko

TI CONSIGLIAMO NOI…