trofeo degli chalet
lunedì 24 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 18:01
trofeo degli chalet
lunedì 24 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 18:01
Cerca

Samb, Bontà scalpita per una maglia da titolare

Il centrocampista è tornato in campo 42 giorni dopo l'ultima volta. Intanto Polverini carica il suo Real Monterotondo: "Non andiamo a San Benedetto per farci le foto allo stadio"
Pubblicato il 29 Febbraio 2024

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Francesco Bontà scalpita per una maglia da titolare nel match tra Sambenedettese e Real Monterotondo. Il centrocampista, entrato nel finale del match contro lo United Riccione, vuole tornare a giocare una gara dal primo minuto.

L’ultima apparizione da titolare risale al 7 gennaio: Samb-Sora 4-1. Per lui solo 45′, seguiti dai 25′ di Tivoli (dove rimedia un rosso, pena tre giornate di squalifica) e i 2′ di Riccione: 72 i minuti complessivi giocati dal 30enne in rossoblu.

Nel caso in cui dovesse scendere in campo dal 1′, Maurizio Lauro sarebbe ‘costretto’ (per via della regola degli under) a lasciare in panchina Luca Scimia. A meno che non decida di tenere fuori Moussa Touré: in tal caso, l’allenatore dovrebbe inserire un altro under in mezzo al campo.

Altro dubbio di formazione, dunque, per Maurizio Lauro in vista della gara di domenica 3. Nel pomeriggio di oggi (29 febbraio) si è aggregato al gruppo Luca Senigagliesi: l’attaccante ha sostenuto una prima parte di allenamento in gruppo, per poi passare a un lavoro individuale. Come noto, il 26enne sta smaltendo un piccolo acciacco fisico. La scorsa settimana ha lavorato a parte per qualche giorno, per poi farsi trovare pronto a Riccione (dove ha segnato la rete del momentaneo 1-2): “Un piccolo acciacco – ha detto nel dopo gara – Ma sto recuperando, è una piccola infiammazione che cureremo”.

A proposito. Prima di archiviare la bella vittoria di Riccione, il portiere biancoceleste, Alberto Rossi, ha sottolineato che: “La partita con la Sambenedettese ci ha scosso. Un avversario forte, fisico e veloce. Ma è stato un match alla pari. Pubblico? Rendeva il clima più vivo, più vero”. E domenica arriva il Real Monterotondo. Ma l’allenatore dei laziali, Dario Polverini, tiene in guardia i suoi: “Andremo a San Benedetto a giocarci la vita, sportivamente parlando. Non andremo di certo a farci le foto in quel magnifico stadio. Sia chiaro per tutti. “

TI CONSIGLIAMO NOI…