spadu top
giovedì 30 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 05:36
spadu top
giovedì 30 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 05:36
Cerca

Restyling e affidamento del Maggioni nuovo incontro. Zoboletti: “Sogno la Coppa Davis, ma serve un impianto all’altezza”

Con una procedura diretta si eviterebbe di passare attraverso la partecipazione al bando pubblico. L'assessore Gabrielli conferma i "lavori in corso" ma evita di parlare di tempistiche
Pubblicato il 14 Febbraio 2024

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Nuovi faccia a faccia per la riqualificazione del campo Maggioni. I vertici del circolo hanno incontrato la settimana scorsa gli assessori e i dirigenti del comune facenti riferimento ai settori urbanistica, patrimonio e sport.

“Abbiamo individuato una linea comune per andare avanti sulla possibilità di arrivare ad un affidamento diretto della struttura”, afferma il presidente Afro Zoboletti, che punta dritto all’agognato restyling dell’impianto, ormai inseguito da anni.

“I lavori di allargamento si legano alla questione della gestione diretta – prosegue – la speranza è essere pronti per l’estate del 2025, ma ormai ho parlato talmente tante volte che rischio di diventare noioso”.

Il Comune

Conferma i “lavori in corso” ma evita di parlare di tempistiche l’assessore alla pianificazione territoriale Bruno Gabrielli, che si mostra favorevole al progetto del Maggioni, senza però voler porre scadenze.

L’affidamento diretto eviterebbe di passare attraverso la partecipazione al bando pubblico, mentre l’intervento riguarderebbe in primis la realizzazione di una zona food, di un’area stampa e di una nuova tribuna.

Restyling che garantirebbe, contestualmente, la crescita del Challenger estivo, ormai diventato un evento attesissimo e punto di riferimento per gli appassionati di tennis del centro Italia. Al momento, l’obiettivo sarebbe quello di mettere in piedi una tribuna est più ampia, che arrivi ad una capienza di 1200-1500 spettatori, provvisoria e limitata alla manifestazione.

Intanto, a dicembre il Maggioni ha ottenuto l’ok paesaggistico per realizzare la copertura di due campi di padel, dal costo complessivo di circa 120 mila euro. In questo modo, i campi si potranno utilizzare pure di inverno.

Inaugurato nel 1959 dall’Azienda Autonoma di Soggiorno di San Benedetto del Tronto, nel 1972 il Maggioni ospitò i quarti di finale di Coppa Davis fra l’Italia e Paesi Bassi. Disputata tra il 19 e il 21 maggio 1972, la gara venne vinta dagli azzurri con il punteggio di 4-1 sul campo di terra rossa battuta.

Il sogno

Un sogno, quello della Davis, rievocato di recente dallo stesso Zoboletti, che tuttavia associa l’ambizioso traguardo ai lavori alla struttura. “Avremmo tutte le carte in tavola, per quello che rappresentiamo, per il nostro bacino d’utenza, per il prestigio che ci ha regalato il maestro Simone Vagnozzi alla guida della nostra scuola. Ma serve un impianto all’altezza e per ora non possiamo proporci”.

Per quel che riguarda la San Benedetto Tennis Cup, si sta lavorando all’edizione 2024, che dovrebbe svolgersi dal 7 al 14 luglio. La passata estate a trionfare è stato Benoit Paire, che ha sconfitto in finale il connazionale Richard Gasquet per 4/6 6/1 6/1.

garofano
coal
new edil
jako
kokeshi
onova 250

TI CONSIGLIAMO NOI…