Picenambiente nelle scuole con gli Herobox. Il presidente Rosetti incontra gli alunni per parlare di raccolta differenziata

Il vertice dell'azienda: "I bambini sono i più ricettivi in questo tipo di comunicazione e per questo per noi è importante far capire cosa può significare, soprattutto per il loro futuro, il rispetto della natura e dell'ecologia"

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Questa mattina Picenambiente ha condotto un’attività di sensibilizzazione presso le scuole Caselli di Via Moretti a San Benedetto del Tronto. L’iniziativa, nata dalla consegna dei contenitori Herobox all’istituto, mirava a educare gli studenti sull’importanza di conferire correttamente carta e plastica, attraverso la distribuzione proprio dei nuovi contenitori.

Gli “Herobox” sono stati ideati dallo stratega creativo Enrico Battisti, con l’intento di coinvolgere i giovani nella corretta gestione dei rifiuti. Ogni contenitore rappresenta un supereroe, trasmettendo in modo giocoso il concetto di responsabilità ambientale.

All’incontro con gli studenti ha partecipato il presidente di Picenambiente, Rolando Rosetti che ha illustrato l’importanza del corretto smaltimento dei rifiuti e ha presentato l’ispettore ambientale, incaricato da Picenambiente per controllare che cittadini e aziende conferiscano i rifiuti nel modo corretto.

“Oggi facciamo quello che è il nostro mestiere – ha affermato Rosetti – che è anche quello di insegnare ai bambini della scuola primaria e dell’Infanzia la raccolta differenziata. Sono i più ricettivi in questo tipo di comunicazione e per questo per noi è importante far capire cosa può significare, soprattutto per il loro futuro, il rispetto della natura e dell’ecologia differenziando tutti i rifiuti che purtroppo noi produciamo. Siamo rimasti particolarmente colpiti dalla loro interazione. Nei prossimi mesi andremo anche nelle altre scuole dei ventotto comuni soci di Picenambiente”.

Come detto in questa occasione, Picenambiente ha consegnato all’istituto scolastico i nuovi Herobox, fornendo agli studenti strumenti concreti per contribuire attivamente alla gestione sostenibile dei rifiuti nella loro comunità.

A fare gli onori di casa c’era Manuela Cameranesi, referente dell’Isc Nord: “Oggi è un giorno importante perché anche noi possiamo beneficiare di questa novità degli Herobox che sicuramente aiuteranno e invoglieranno i ragazzi a fare la differenziata” ha affermato.

TI CONSIGLIAMO NOI…