spadu top
domenica 14 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 23:39
spadu top
domenica 14 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 23:39
Cerca

Nasce il Fondo di Solidarietà

Pubblicato da 

Alessandra Clementi
 sabato 19 Ottobre 2013

SAN BENEDETTO – Firmato il protocollo d’intesa per la costituzione del fondo di solidarietà e contrasto alla povertà e stanziato un tesoretto di 30mila euro. Comune e associazioni di volontariato uniti per tendere una mano alle famiglie in difficoltà sempre più numerose. I dati parlano di cifre triplicate per quanto riguarda i nuclei che si recano in Comune a chiedere aiuti.

Tante le persone che si vedono catapultate da un giorno all’altro in una situazione di “nuova povertà”. Basta perdere il lavoro o anche la separazione dal coniuge è spesso motivo dell’inizio di un percorso di indigenza. Il protocollo costituisce la formalizzazione di un’intesa nei principi, nei metodi e nelle finalità tra ente locale e privato sociale. Inoltre rappresenta la sintesi di un percorso di concertazione che il Comune ha condotto con la associazioni che nel territorio si occupano di interventi di contrasto alla povertà e di sostegno alla famiglia, con i parroci, i comitati di quartiere, i medici di medicina generale.

I soggetti aderenti al protocollo, e che quindi faranno parte del relativo coordinamento, sono: il Comune, la Caritas diocesana, le Associazioni “Sulle ali dell’amore – Valentina Pistonesi Onlus”, il “Centro Famiglia”, “Coccinella Dina Sergiacomi Onlus”, “Il Mattino”, “Il Germoglio” il “Centro di Solidarietà”, “On the road Onlus”, l’Associazione Papa Giovanni Paolo II”, la Fondazione “Banco Alimentare Marche onlus – Magazzino di S. Benedetto”, i comitati di quartiere e i medici di famiglia dell’Asur – Area Vasta cinque.

Il Coordinamento agirà utilizzando le risorse che confluiranno in un apposito “Fondo di solidarietà”. Il Fondo è stato attivato attraverso l’apertura di un conto corrente postale presso Poste Italiane denominato “Caritas Diocesana di solidarietà”, intestato al Direttore della Caritas Diocesana e avente il seguente IBAN: IT42V0760113500001015654575. La contabilità verrà gestita da un volontario dell’Associazione “Centro Famiglia”.

Il Fondo sarà destinato a progetti di intervento per sostenere le famiglie (non è dunque destinato ad erogare contributi per singoli interventi). I progetti potranno essere proposti dalle associazioni che partecipano al Coordinamento e dai Servizi sociali del Comune e saranno sottoposti alla valutazione di una Commissione (composta da un rappresentante del Comune e di 6 tra le associazioni aderenti) per l’ammissione al finanziamento.

Le associazioni aderenti al protocollo attiveranno e gestiranno insieme un Centro di ascolto che opererà secondo modalità e tempi concordati con il servizio comunale competente nei locali del Centro per le Famiglie di via Manzoni messo a disposizione dal Comune.

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

new edil
garofano
coal
fiora
jako
kokeshi
cna

TI CONSIGLIAMO NOI…