La Croce Verde ha cambiato sede. Richiesta al Comune per rendere via Petrarca a senso unico: “Le ambulanze faticano a uscire”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Siamo operativi al 90 per cento”. Il presidente della Croce Verde Maurizio Galieni annuncia il trasferimento all’interno dell’ex scuola Petrarca. “L’allaccio della linea telefonica è stato effettuato, manca ancora qualcosina, vanno trasferiti gli ultimi materiali ma il più è fatto”. La Croce Verde ha quindi abbandonato gli uffici storici collocati nei pressi dell’ex stadio Ballarin, con lo spostamento che è stato finanziato al 60 per cento dalla Fondazione Carisap, che ha donato 100mila euro.

Per quel che riguarda la tensostruttura per la collocazione dei mezzi di soccorso, questa era stata installata da tempo, così come la sbarra automatica che ha sostituito la cancellata.

Il terreno in contrada Marinuccia fu donato alla città dalla famiglia dell’ex ministro Antonio Guidi, che ha sempre lottato affinché la struttura mantenesse una destinazione sociale. L’onorevole raccontò di un accordo pattuito molti anni prima dai parenti col sindaco Primo Gregori che prevedeva la cessione a costo zero dell’appezzamento per la costruzione di una scuola.

“La nuova location per noi è ottimale – continua Galieni – gli interni sono totalmente diversi, con uno spazio molto più ampio”. Diverso invece il discorso per le uscite delle ambulanze. “Ci siamo accorti che è difficoltoso perché quella strada è molto trafficata. Non immaginavamo, ma molti automobilisti la usano per evitare il traffico sulla Statale”. In tal senso, la Croce Verde ha avanzato al Comune la richiesta di rendere via Petrarca a senso unico. “Stanno facendo le loro valutazioni, ci faranno sapere al più presto”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI