spadu top
sabato 13 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 08:23
sabato 13 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 08:23
Cerca

Il premio giornalistico rischia di finire in Tribunale. La Pro Loco: “Quel nome è registrato. Non possono utilizzarlo”

Il presidente dell'associazione Andrea Perazzoli: "Ci tuteleremo attraverso i nostri legali"
Pubblicato il 27 Febbraio 2019

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rischia di finire in Tribunale il premio giornalistico che si svolgerà il prossimo 9 marzo nella sala consiliare del Comune. Tra i premi che saranno consegnati ci sarebbe infatti un “Trofeo Novemi Traini” ed è proprio questo il motivo per cui tutta la faccenda è finita in mano agli avvocati. Per il momento a quello della Pro Loco di San Benedetto che il premio giornalistico lo inventò nel 2018 e che ora reclama la paternità di quell’intitolazione della quale, stando a quanto afferma il presidente dell’associazione, esiste un marchio registrato.

“Ho dato mandato ai nostri legali di riferimento – spiega il presidente della Pro Loco Andrea Perazzoli – di intraprendere tutte le azioni di legge nei confronti dell’organizzazione della suddetta manifestazione nel caso in cui il nome “Novemi Traini” (titolazione utilizzata in un articolo del quotidiano Adriatico24Ore.it nel quale figura un’intervista al signor Guerino Di Berardino che si dichiara essere l’organizzatore dell’evento) dovesse figurare nell’ambito della stessa”.

Il Premio Giornalistico Novemi Traini è stato ideato dalla Pro Loco “con lo scopo di sottolineare il ruolo e la funzione del cronista, premiando colui che maggiormente si è distinto per impegno professionale, sociale e umano. Il giornalista che con i suoi articoli ha evidenziato, promosso e stimolato la ricerca di soluzioni su tematiche che riguardano la Città di San Benedetto del Tronto”.

“Per questo motivo – continua Perazzoli – la Pro Loco decise, nel lontano 2008 di intitolare il riconoscimento al giornalista di San Benedetto del Tronto che ha brillantemente collaborato nel corso della sua carriera con diverse testate giornalistiche ed emittenti televisive, anche in qualità di corrispondente della RAI. Le cerimonie di premiazione si sono tenute nel corso di importanti e partecipati appuntamenti socio culturali che sono spesso andati in scena nella sala consiliare del Comune di San Benedetto alla presenza di tutte le autorità politiche e istituzionali. Problemi logistici indipendenti dalla nostra volontà hanno impedito l’organizzazione degli ultimi tre appuntamenti ma non hanno di certo spento il premio che sarà presto riproposto seguendo i canoni con i quali, in accordo con i familiari del compianto Novemi Traini, la Pro Loco undici anni fa diede il via a questa importante manifestazione. Da qui l’azione legale a tutela della nostra iniziativa e la diffida ad utilizzare il nome per un premio giornalistico dei cui criteri questa associazione, che ripeto è titolare del marchio registrato, non è mai stata messa a conoscenza”.

fiora
jako
garofano
kokeshi
coal
picenambiente 2

TI CONSIGLIAMO NOI…