spadu top
sabato 13 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 08:36
sabato 13 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 08:36
Cerca

Il “Califfo” e San Benedetto, allo Zodiaco una serata per ricordare il grande Franco Califano

Sul palco il cantante rivierasco Giorgio Ciabattoni che ha ripercorso le tappe più significative dell’artista romano
Pubblicato il 30 Agosto 2023

Una serata sulla spiaggia e sotto le stelle, per ricordare il legame che il cantautore Franco Califano aveva intessuto da giovane con San Benedetto e con alcuni suoi concittadini, a partire da Mario Benvenga, che all’inizio della sua carriera gli consentì di lanciarlo come attore di fotoromanzi, adottando il nome di Andrea Del Duca proprio in omaggio al grande editore piceno. Si è svolta in una atmosfera soffusa, piena di emozioni, degna dei migliori climi dal vivo della sua lunga carriera, la serata “Non escludo il ritorno”, allestita non a caso allo chalet “Zodiaco”. Proprio tra i tavoli di questa concessione balneare, già ristorante, Califano infatti si fermava negli anni ‘70 a mangiare pesce, tra un concerto tenuto alla”Palazzina Azzurra”e un recital atteso al “Gattopardo”.

Il titolare Mimmo Vagnoni, che per l’occasione ha preparato per il pubblico intervenuto un menù secondo i gusti dell’amico cantante scomparso nel 2013, ha raccontato aneddoti e curiosità della presenza di Califano in riviera e ha offerto il palcoscenico al cantante sanbenedettese Giorgio Ciabattoni che, con la sua particolare voce e accompagnato dal suo gruppo musicale, ha ripercorso le tappe più significative dell’artista romano, proponendo brani indimenticabili sua carriera. Due ore di esibizione introdotte dal giornalista del “Corriere Adriatico” Filippo Ferretti, durante le quali Ciabattoni, altro grande amico del “Califfo”e con lui in un fortunato tour europeo del 2009,ha ricordato affettuosamente la figura di Califano e ha offerto brani sia cantati da altri colleghi (“La musica è finita” per Ornella Vanoni, “Un’estate fa” portata al successo da Mina, “Minuetto” scritta per Mia Martini), sia pezzi da lui stesso interpretati (“Tac”, “Tutto il resto è noia”, “La mia libertà”). La serata ha consentito inoltre all’imprenditore Mimmo Vagnoni di consegnare dei riconoscimenti a clienti e amici storici dello “Zodiaco”, in relazione al percorso straordinario di uno stabilimento balneare pronto a compiere 65 anni di vita

garofano
new edil
coal
fiora
kokeshi
mani in pasta

TI CONSIGLIAMO NOI…