mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 23:20
mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 23:20

Convegno Fides Vita, a San Benedetto il responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII

Ci saranno anche Claudia e Gioacchino Bruni, della casa famiglia Manuela
soriano 250

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
Dopo le intense giornate appena trascorse, che hanno visto, tra l’altro, la presenza sul palco di numerosi testimoni che hanno raccontato la bellezza di una vita segnata dall’avvincente attrattiva di Gesù, il Convegno prosegue oggi alle 18.15 con l’incontro-testimonianza con Giovanni Paolo Ramonda, responsabile Generale della Comunità Papa Giovanni XXIII, con Claudia e Gioacchino Bruni, della casa famiglia Manuela, e con Giorgio Pieri, coordinatore Comunità Educante con i Carcerati.

Giovanni Paolo Ramonda è papà di casa famiglia, presidente e responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII, un’associazione internazionale privata di fedeli laici di diritto pontificio, fondata da don Oreste Benzi. Sposato con Tiziana Mariani dal 1984, ha 3 figli naturali e 9 accolti che vivono con loro da molti anni nella casa famiglia di Sant’Albano Stura, in provincia di Cuneo. Giornalista pubblicista, è attualmente direttore responsabile dei due periodici editi dalla Comunità Papa Giovanni XXIII: il mensile “Sempre” e il bimestrale “Pane Quotidiano”.

La casa famiglia Manuela è una casa di accoglienza per bambini e ragazzi disabili. Nasce a Grottammare (AP) nel 1998 da Gioacchino e Claudia, una coppia di sposi di San Benedetto del Tronto, che hanno scelto di seguire Gesù povero, servo e sofferente nella Comunità Papa Giovanni XXIII (Il nucleo stabile della famiglia è formato da Gioacchino e Claudia, poi da Silvio, Marco, Valerio, Sebastiana, e da altri piccoli, alcuni affetti da gravi patologie. Attualmente la Casa famiglia si trova a Campli (TE) presso un convento di frati cappuccini.

Giorgio Pieri è coordinatore del progetto Cec (Comunità Educante con i Carcerati) dell’associazione Comunità Papa Giovanni XXII. È l’autore del libro “Carcere – l’alternativa è possibile”. “In 18 anni – afferma – abbiamo ospitato nelle nostre case oltre 3.000 persone che hanno scontato la pena in alternativa al carcere. Di tutte queste persone l’88% è tornato a una nuova vita e ha smesso di delinquere dopo aver scontato la pena nelle nostre case di accoglienza per detenuti. Per questo motivo voglio ribadire che il nostro progetto Cec, comunità educante con i carcerati, funziona”. Dalle 21.30, cena e festa in Compagnia per rendere grazie di una settimana intensa e ricca di avvenimenti.

Mercoledì 1° novembre, alle ore 10.00, in occasione della Festa di Ognissanti, presiederà la celebrazione Eucaristica, Don Gianni Croci, direttore della Caritas di San Benedetto del Tronto. Alle 18.15, Gianni Peci ed Elisabetta Massa, Andrea Consorti e Betty Palestini di Fides Vita, chiuderanno il Convegno con un incontro-testimonianza sull’esperienza dell’attrattiva di Gesù nell’accoglienza di minori: i coniugi Peci nella normalità di una vita famigliare con due figli adottati ed uno in affido, mentre i coniugi Consorti nella realtà della casa famiglia Nain.

Continua la possibilità di visitare le mostre presenti, aperte al pubblico tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00, dalle 17.30 alle 20.00 e dalle 21.00 alle 23.00: Mi sei scoppiato dentro al cuore. L’impareggiabile esperienza dell’incontro con Gesù. Attraverso opere d’arte e brani di Nicolino Pompei tratti dall’omonimo libro, la mostra ci aiuta a rientrare negli incontri di alcune donne e uomini con la Presenza Eccezionale di Gesù di cui ci parla il Vangelo.

La realtà si fa sentire. I cinque sensi, finestre spalancate sulla realtà. Il percorso di questa mostra aiuta a conoscere gli organi di senso ed il loro funzionamento e permette di cogliere l’unicità dell’esperienza umana di fronte al reale, con contributi di grandi autori e scienziati.

Ho sempre cercato Cristo sulla terra, con avida, insistente Speranza Don Gnocchi. In tempo di pace come in tempo di guerra, nel soldato sofferente come nel bambino ferito, Don Carlo ha cercato sempre il volto di Cristo e in Lui ha portato un’umanità nuova altrimenti impossibile.

L’uomo alla ricerca del Vero, del Buono e del Bello.Raffaello e Stanza della Segnatura. Tra i capolavori di Raffaello Sanzio gli affreschi della Stanza della Segnatura all’interno del Palazzi Vaticani: esaltano in maniera del tutto particolare quella ricerca del Vero, del Buono e del Bello a cui tende l’animo umano.
Si avrà la possibilità di seguire il Convegno in diretta streaming su www.fidesvita.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

campanelli 250
stuzziko

TI CONSIGLIAMO NOI…