spadu top
mercoledì 22 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 05:01
spadu top
mercoledì 22 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 05:01
Cerca

San Benedetto e la “patata bollente” delle case popolari. Richieste da 250 famiglie. Sanguigni: “Nel nostro mandato ristrutturati numerosi alloggi”

L’intenzione è quella di avviare una collaborazione anche con i comuni confinanti. Intanto i vertici Erap hanno incontrato il nuovo prefetto
Pubblicato il 30 Gennaio 2024

Case popolari a San Benedetto del Tronto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. “Ci sono 250 famiglie che necessitano di un alloggio popolare e il numero aumenterà”. Lo afferma l’assessore alle politiche sociali Andrea Sanguigni, che sabato scorso ha risposto alla mozione presentata da Aurora Bottiglieri e Paolo Canducci in merito alla questione dell’ecomostro di via Calatafimi.

“C’è necessità di case popolari, dal nostro insediamento è stata la patata più bollente”, spiega Sanguigni. “Il discorso degli alloggi a prezzi calmierati è qualcosa che sfugge di mano. È tanto alto il bisogno. Questo non significa che non bisogna intervenire”.

L’assessore snocciola quindi i numeri: “Quando ci siamo insediati c’erano 45 appartamenti da ristrutturare. Ad oggi ce ne sono ancora 7-8 da ristrutturare di proprietà comunale”.

“E’ un grande risultato che siamo riusciti a raggiungere. Mi impegnerò ad arrivare a zero. Siamo stati bravi ad aprire un dialogo serrato con l’Erap, è una partita che si gioca a due. Ce n’è di lavoro da fare. Individueremo nuovi posti da costruire, ma la vera emergenza, come detto, è arrivare a zero con gli appartamenti da ristrutturare”.

L’intenzione è quella di avviare una collaborazione anche con i comuni confinanti: “Aprire un dialogo con i paesi limitrofi rappresenta la soluzione più percorribile per dare una risposta a 250 famiglie”.

L’incontro

case popolari san benedetto del tronto

Intanto, proprio questa mattina, il  Prefetto  di  Ascoli  Piceno, Sante Copponi ha  incontrato  il  Presidente   ERAP  Marche, Dott. Saturnino Di Ruscio, accompagnato dal Responsabile ERAP – Presidio di Ascoli Piceno, Ing. Ettore Pandolfi e dall’Avv. Sabrina Tosti

Nel corso di un cordiale incontro il Presidente dell’ERAP ha informato il Prefetto dell’attività dell’Ente sviluppata nella Provincia di Ascoli Piceno ed in particolare nei Comuni del cratere, dove è stata intensa l’attività volta al recupero delle strutture abitative rese inagibili dal sisma.

E’ stata segnalata, inoltre, l’attività posta in essere d’intesa con il Comune di Grottammare per l’utilizzo di un bene confiscato alla criminalità organizzata.

Il Prefetto nel ringraziare il Presidente ha evidenziato l’importanza del ruolo svolto dall’ERAP anche sotto il profilo sociale in quanto rivolto a soddisfare il bisogno primario della casa ed ha assicurato la massima collaborazione per la risoluzione di problematiche che dovessero insorgere sotto il profilo della sicurezza. 

jako
kokeshi
new edil
coal
fiora
sbizzura 250

TI CONSIGLIAMO NOI…