domenica 25 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 22:41

      FERMO       MACERATA       ANCONA       PESARO-URBINO       DALL’ABRUZZO      

logopng
domenica 25 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 22:41

PUBBLICITA’ ELETTORALE

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Nel Piceno continua la fuga di residenti. Quasi 900 abitanti in meno nei primi sei mesi del 2022

Drastico calo ad Ascoli, San Benedetto e Grottammare. Pochi i Comuni con il segno “più”, tra questi Cupra Marittima e Monteprandone

PUBBLICITA’ ELETTORALE

  
soriano 250

Continua ad essere negativo il saldo demografico dei due principali centri della Provincia di Ascoli Piceno. A San Benedetto del Tronto, in base ai dati Istat che fotografano la situazione del primo semestre 2022, il numero di abitanti è sceso di 47 unità dall’inizio dell’anno fino alla data del 30 giugno.

Per una popolazione che è tornata a scendere sotto il livello dei 47mila abitanti, traguardo che era stato raggiunto nella seconda metà del 2021 quando la città rivierasca superò, per numero di abitanti, il capoluogo di Provincia. I dati Istat rielaborati dalla nostra redazione immortalano una situazione che vede, al termine del primo semestre 2022 il numero di abitanti a San Benedetto sceso a 46.993 per un calo dello 0,1%.

Per quanto riguarda Ascoli Piceno la situazione relativa al bilancio demografico è ancor peggiore. Nei primi sei mesi dell’anno il capoluogo ha perso 276 abitanti e, alla data del 30 giugno, il numero di abitanti era di 45.803. La diminuzione è stata dello 0,6%.

In entrambe le città la tendenza relativamente al sesso degli abitanti rispetta il quadro nazionale, le donne sono più numerose degli uomini sia ad Ascoli dove sono 1697 in più (23.750 contro 22,053), sia a San Benedetto dove sono 2.226 in più (24.746 contro 22.247).

Importante calo anche a Grottammare che in sei mesi ha perso 113 abitanti passando dai 15901 del primo gennaio ai 15.788 abitanti del 31 giugno. Anche in questo caso dopo anni di crescita è iniziato un decremento demografico che, alla fine del 2020, ha visto la Perla dell’Adriatico tornare a scendere sotto quota 16mila abitanti.

Il segno “meno” sembra comunque essere una prerogativa che accomuna quasi tutti i trentatré comuni della provincia ascolana. Gli abitanti, lungo l’intero territorio, dalla Riviera all’entroterra, sono passati dai 202.317 di inizio anno ai 201.433 di fine semestre facendo registrare un calo di 884 abitanti (-0,43%).

Pochi sono i territori che possono vantare un saldo in positivo tra l’inizio dell’anno e la chiusura del primo semestre.

Tra questi si registra il caso di Cupra Marittima con ventuno abitanti in più rispetto al primo gennaio 2022 passando da da una popolazione 5405 unità a 5426 rilevati dall’Istat alla fine del primo semestre per un aumento dello 0,4%. Saldo positivo anche a Cossignano che ha fatto registrare 4 abitanti in più rispetto al 1 gennaio 2022 passando da 860 a 864 abitanti. Segno “più” rilevato anche a Folignano (popolazione cresciuta di cinque unità). Crescita anche a Monteprandone dove l’Istat ha rilevato 18 abitanti in più e a Ripatransone con un incremento di ventinove persone. Aumento anche a Spinetoli (11 in più).

kokeshi
infinito 250

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

valelab
kokeshi
mediateca

TI CONSIGLIAMO NOI…