hopera surreal
venerdì 19 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 13:35
venerdì 19 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 13:35
Cerca

Grottammare, Bentivoglio conquista il teatro delle Energie: “Una voce morbida e discreta agli appunti caustici e taglienti di Flaiano”

Il vicesindaco Lorenzo Rossi: "Ora non resta che un grande del monologo a tema sociale, Ascanio Celestini: ma anche questa volta i biglietti sono già finiti con oltre un mese di anticipo"
Pubblicato il 16 Marzo 2024

Il Teatro delle Energie di Grottammare ha risuonato venerdì 15 marzo con un’atmosfera vibrante di emozioni e cultura, grazie allo spettacolo teatrale “Lettura Clandestina. La Solitudine del Satiro di Ennio Flaiano”, interpretato magistralmente da Fabrizio Bentivoglio e accompagnato dalle note avvolgenti del contrabbasso di Ferruccio Spinetti.

Lo spettacolo, inserito nel cartellone di “Scene d’Artista” promosso dal Comune e dall’AMAT con il contributo di MiC e Regione Marche, ha riscosso un notevole successo, confermandosi come un momento di grande valore artistico e culturale per la città.

Il vicesindaco di Grottammare, Lorenzo Rossi, ha espresso il suo entusiasmo riguardo all’evento, dichiarando: «Anche questa seconda serata di ‘Scene d’artista’ è stata un successo annunciato. Fabrizio Bentivoglio, accompagnato dalle note profonde del contrabbasso di Ferruccio Spinetti, ha prestato una voce morbida e discreta agli appunti caustici e taglienti di Ennio Flaiano, uno dei più grandi intellettuali del secondo novecento italiano».

Il sarcasmo e la profondità delle riflessioni di Flaiano hanno affascinato il pubblico, contribuendo al sold-out dello spettacolo. «Il merito di questo successo – continua Rossi – va anche al lavoro instancabile della consigliera Rossella Moscardelli e dell’ufficio Cultura della Città di Grottammare, che hanno reso possibile la realizzazione di un evento così prestigioso e coinvolgente».

Il vicesindaco Rossi ha concluso con una nota di speranza e fiducia nel potere della cultura di attrarre e coinvolgere il pubblico: «Ora non resta che un grande del monologo a tema sociale, Ascanio Celestini: ma anche questa volta i biglietti sono già finiti con oltre un mese di anticipo! Non è vero che la cultura non può riempire le sale».

new edil
kokeshi
coal
fiora
garofano
sbizzura 250

TI CONSIGLIAMO NOI…