https://www.fondazionecarisap.it/
mercoledì 21 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 13:56
https://www.fondazionecarisap.it/
mercoledì 21 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 13:56

Grottammare, arrivano i fondi. Verso l’attivazione del wi-fi gratuito in spiaggia

L’indagine tecnica necessaria a predisporre la fattibilità dell’intervento è stata affidata all’ing. Franco Pignotti

Pubblicato da 

Redazione
 venerdì 25 Maggio 2018

GROTTAMMARE – La città sempre più “smart”: arrivano oltre 60.000 euro dalla Regione per dotare le spiagge di wi-fi gratuito. Il comune di Grottammare ha aderito al progetto regionale “Wi-Fi Spiagge Marche” ponendo le basi per la realizzazione di una copertura Wi-Fi gratuita della fascia costiera compresa tra il Kursaal e il confine sud.
L’ottenimento dei fondi, lo scorso 15 maggio, è seguito all’adesione formale al progetto, che è stato presentato a novembre 2017 a tutti i Comuni della riviera marchigiana.

“Confesso che non speravo di raggiungere anche questo traguardo – dichiara il sindaco Enrico Piergallini – I fondi che abbiamo intercettato permetteranno di implementare la rete Wi-Fi gratuita, presente attualmente solo nelle principali piazze di Grottammare. Attivarla sul lungomare dovrà essere una delle priorità del prossimo sindaco”.

L’indagine tecnica necessaria a predisporre la fattibilità dell’intervento è stata affidata all’ing. Franco Pignotti, responsabile del Ced comunale, che ha individuato e mappato 32 punti di connessione. Le attività preliminari sono state svolte tra dicembre e gennaio e sono il risultato di rilievi sul territorio, individuazione dei punti idonei e delle coordinate geografiche dei pali dell’illuminazione adatti all’installazione degli hot spot ed access point, come previsto dalle linee guida regionali.

L’impegno con la Regione Marche, infatti, prevede che l’infrastrutturazione risponda a determinate condizioni di servizio: la banda minima per ogni hot spot dovrà essere pari a 100 Mb; WIFI gratuito per tutto l’anno solare; assicurare la manutenzione ordinaria e straordinaria necessarie per la continuità del servizio; prevedere per ogni hot spot la realizzazione di un gateway verso il captive portal regionale, allo scopo di garantire il funzionamento del sistema unico di autenticazione regionale (captive portal); assicurare l’inserimento e l’aggiornamento delle informazioni relative ai i punti di interesse e agli eventi rilevanti per il progetto (in italiano e inglese) e la loro geolocalizzazione, utilizzando i sistemi di back office del Turismo della Regione Marche; assicurare l’inserimento e l’aggiornamento delle informazioni rilevanti del territorio rappresentato sui canali social che verranno realizzati e messi a disposizione del progetto.

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

kokeshi
salone bio 2
new edil
fiora
coal
garofano
bagnini 250

TI CONSIGLIAMO NOI…