spadu top
lunedì 15 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 08:54
spadu top
lunedì 15 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 08:54
Cerca

Sabato e domenica seminario di danza orientale al Centro Asani

Pubblicato da 

Sandro Benigni
 mercoledì 9 Ottobre 2013

SAN BENEDETTO – Sabato 12 e domenica 13 ottobre il Centro Asani di Porto d’Ascoli ospiterà un interessantissimo seminario di Bharatanatyam e Bollywood tenuto da Saraswati Rajatesh, ambasciatrice dell’Indian Cultural Council, che giungerà appositamente da Bangalore a San Benedetto, tappa speciale del suo tour europeo. Nell’ambito del seminario è anche prevista una conferenza aperta al pubblico tenuta da Saraswati Rajatesh con l’interprete Prof. Paola Sguerrini  sulla danza indiana e sui significati culturali e filosofici di questa antichissima arte coreutica . Luogo e data della conferenza saranno comunicati sulla pagina Facebook del Centro Asani e a mezzo stampa appena definito il programma. Il 24 ottobre l’Accademia offrirà l’attesissima replica dello spettacolo

La Via delle Spezie al teatro delle Energie di Grottammare con l’illustre ospite Ashraf Said, percussionista alessandrino. Nella prima settimana di novembre inoltre si effettueranno le selezioni per partecipare al nuovo musical orientale interamente scritto e coreografato dalla danzatrice e coreografa Najma Asani. L’artista, reduce da una fortunata tournèe in Argentina con la sua opera di teatro-danza orientale “Mata Hari”, è un nome ormai affermato nell’ambiente dello sharqi internazionale e si è fatta conoscere all’estero come la creatrice di questo nuovo genere teatrale che unisce la danza orientale al teatro e all’arte del canto. La sua prima opera di questo genere infatti, dal titolo Stelle del Deserto, risale al 2002. Da allora ogni anno produce una nuova storia che non manca di appassionare e commuovere il pubblico.

Il momento clou di questo denso programma sarà alla fine di novembre, precisamente il 23 e 24, quando il maestro di danza orientale più celebre al mondo, Zaza Hassan, raggiungerà la riviera per un seminario intensivo di sharqi e folklore egiziano. La danza orientale da semplice danza etnica è ormai diventata una disciplina tersicorea praticata in tutto il mondo come un’attività divertente e terapeutica che può aiutare a superare certi blocchi psico-fisici che spesso affliggono le donne occidentali.

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

jako
kokeshi
garofano
coal
new edil
fiora
ecorigenerati 250

TI CONSIGLIAMO NOI…