spadu top
giovedì 30 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 20:32
spadu top
giovedì 30 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 20:32
Cerca

Natura naturans, la pittura al cinema a Grottammare

Un ciclo di film dedicati al rapporto tra arte, istinto e natura
Pubblicato il 11 Febbraio 2022

Nel calendario degli eventi culturali della stagione in corso a Grottammare, particolarmente ricco e caratterizzato da importanti iniziative legate al quinto centenario della nascita di Papa Sisto V (la prossima è la conferenza sistina di Tomaso Montanari, in programma martedì 22 febbraio al Teatro delle Energie), si inserisce un originale progetto nato dalla collaborazione tra l’Associazione culturale Blow Up (Federazione Italiana Cineforum) e i Musei Civici di Grottammare. Si tratta di “Natura naturans”, un mini-ciclo di proiezioni che pone al centro la pratica e la materia pittorica, affrontando temi come la spontaneità della tensione creativa e la difficoltà di conciliare la totale dedizione all’arte con le regole della società.

Tre i film in programma. Il primo, in sala il 17 febbraio, è una pellicola sovietica del 1969 incentrata su un pittore naïf dai tratti leggendari, Niko Pirosmani, vissuto in Georgia a cavallo tra Ottocento e Novecento. Questa prima serata prevede un’introduzione alla rassegna da parte di Reno Cicchi, direttore dei Musei Civici di Grottammare. Il 23 febbraio sarà la volta di “Loving Vincent” (2017), un vero e proprio unicum: è un film di animazione del 2017 costituito da oltre 65.000 fotogrammi, singolarmente dipinti a mano con colori ad olio, che, “animando” i quadri di Vincent Van Gogh, rievoca le circostanze della morte dell’artista. A chiudere la rassegna, il 3 marzo, è “Séraphine”, una produzione franco-belga del 2008 vincitrice di ben 7 Premi César, basata sulla tormentata figura della pittrice autodidatta Séraphine de Senlis.

“Oltre all’alta qualità cinematografica, uno degli elementi che accomunano questi film – dichiara Reno Cicchi, tra i curatori della rassegna – è il nesso tra l’intensità della tensione alla pittura e l’intensità del disagio esistenziale, in un quadro di indisponibilità o rifiuto di una formale educazione artistica. La dedizione all’arte in assenza di una formazione specifica è un tema con cui la nostra città ha iniziato a fare i conti già da qualche anno, vista la presenza sul suo territorio di un museo pubblico intitolato a un interessante pittore autodidatta, Giacomo Pomili detto Il Tarpato. Questa iniziativa costituisce un piccolo, ulteriore passo verso quella che, col tempo, si spera possa diventare una riflessione più articolata”.

Le proiezioni si terranno presso L’Ospitale – Casa delle Associazioni, a Grottammare Alta in via Palmaroli, con inizio alle ore 21:15. Ingresso gratuito con tessera-abbonamento F.I.C. 2021-2022 (euro 10) che potrà essere sottoscritta in occasione degli appuntamenti o presso la libreria “Nave Cervo” di San Benedetto del Tronto. 

fiora
new edil
coal
kokeshi
jako
amat

TI CONSIGLIAMO NOI…