hopera surreal
venerdì 19 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 14:57
venerdì 19 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 14:57
Cerca

Le acquasantiere a conchiglia in mostra al museo Malacologico

Sabato 9 giugno sarà inaugurata la mostra
Pubblicato il 4 Giugno 2018

CUPRA MARITTIMA – Sabato 9 giugno, alle ore 18 sarà inaugurata la mostra “Acquasantiere e Conchiglie dal ‘600 ad oggi, presso il Museo Malacologico di Cupra Marittima che costituirà una nuova sezione, una mostra permanente con oltre 250 reperti dal ‘600 ad oggi e provenienti da ogni parte d’Europa.

Ma perché acquasantiere in un museo naturalistico che si è conquistato il nome di “Louvre delle conchiglie”? Chiarisce il direttore del museo Tiziano Cossignani: “le prime acquasantiere sono state delle conchiglie, contenitori dell’acqua benedetta, a ricordo del proprio battesimo, ecco perché in alcune chiede ancora oggi una “Tridacna” contiene l’acqua benedetta (Saint Suplice a Parigi ne contiene una il cui basamento è stato realizzato dallo scultore Pigalle); già nel ‘600 i primi artigiani utilizzavano conchiglie stilizzate, in Francia nell’800 la fusione di alcune valve di Hyppopus e la “Tridacna”
era alla base delle più comuni acquasantiere. In Germania i grandi artisti hanno prodotto grandi e bellissime acquasantiere in porcellana, tanto ricercate che esistono molte copie false e con marchi fantasma. In Italia ogni centro ceramico ha prodotto e continua a produrre acquasantiere dove la conchiglia è protagonista e qui possiamo parlare dei
centri principali: Montelupo Fiorentina con le robbiane; Castelli con La Madonna di Pompei; Deruta, Caltagirone, Vietri o Grottaglie”.

Alla mostra vi sono anche esempi di acquasantiere a conchiglia in pietra, le più rubate nelle chiese e presenti nella lista dei Carabinieri Nucleo Tutela Beni Culturali. La mostra è permanente e le acquasantiere posso essere ammirate sempre accanto ad un milione di conchiglie, perle, madreperle, ventagli, croci, in un percorso espositivo di quasi due chilometri, su una superficie di 3000 metri quadrati. In giugno il museo è aperto tutti i giorni, festivi compresi, dalle ore 16.00 alle ore 20.00. (info: www.malacologia.org).

jako
coal
garofano
fiora
kokeshi
haster 250

TI CONSIGLIAMO NOI…