Moria di pesci sul Tesino, Talamonti: “A monte c’è un atto criminale. Faremo di tutto per individuare il responsabile”

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – Siamo stati avvisati ieri mattina della situazione . Sicuramente a monte c’è lo sversamento di materiali inquinanti ma la situazione della foce non può andare avanti così”. A parlare è il consigliere delegato alla Protezione Civile del comune di Grottammare Bruno Talamonti che sta seguendo in prima persona la vicenda della moria di pesci alla foce del fiume Tesino. “Dietro questa situazione – spiega – c’è quasi certamente un atto criminale messo a segno da qualcuno che ha approfittato delle piogge dei giorni scorsi per versare nel fiume sostanze inquinanti. Faremo di tutti per individuarlo e perseguirlo come legge prevede”. Talamonti fa però anche il punto della situazione relativamente allo stato di cose nell’area interessata dal fenomeno dove, a causa della conformazione della foce, viene favorito un ristagno d’acqua e, di conseguenza, di tutto ciò che essa contiene.
Ecco il nostro servizio


© RIPRODUZIONE RISERVATA