spadu top
giovedì 25 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 01:52
giovedì 25 Luglio 2024
Ultimo aggiornamento 01:52
Cerca

San Benedetto, rimane dieci ore al Pronto soccorso per una lombalgia

L'ingresso alle 13 e 43, l'uscita alle 23 e 30. La prima visita è stata effettuata alle 20 e 30. La testimonianza: "Non abbiamo assistito a nessuna particolare emergenza quel giorno"
Pubblicato il 11 Settembre 2017





SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dieci ore al Pronto soccorso per una lombalgia. E’ stato un pomeriggio di inferno per una coppia residente a San Benedetto che, qualche giorno fa, si è recata nel reparto di emergenza dell’ospedale dal momento che la donna accusava dei forti dolori alla parte bassa della schiena a gli arti inferiori. Accompagnata dal suo compagno, la donna è entrata in Pronto soccorso alle 13 e 43. A quell’ora, infatti, risale il foglio di accettazione.

Dopo essere stata ricevuta al triage ha atteso per diverse ore prima di poter essere sottoposta ai primi esami che, come da referto, sono stati effettuati dopo le 20. «Eravamo in codice verde – spiega il compagno della donna – e che ci fosse da attendere era prevedibile e ci sta. Ma quel giorno non c’erano emergenze particolari né sono arrivate situazioni da codice rosso. Il Pronto soccorso non era neppure così affollato».

Nonostante questa situazione le prime prestazioni sanitarie sono arrivate soltanto alle 20 e 30 dopo un intero pomeriggio trascorso ad attendere la chiamata. Il referto del pronto soccorso indica infatti come la prima visita medica sia stata effettuata alle 20 e 30, quasi sette ore dopo l’orario di arrivo al reparto. La donna è stata sottoposta ad una radiografia e ad alcune analisi. Poi più nulla fino a quasi la mezzanotte. La paziente, che stando a quanto riportato nella diagnosi aveva una semplice lombalgia, risulta dimessa alle 23 e 30.



coal
kokeshi
fiora
jako
garofano
onova 250

TI CONSIGLIAMO NOI…